Con PayPal.Me richiedere un piccolo prestito tra privati sarà semplicissimo. Si tratta del nuovo portale di social lending firmato PayPal, già disponibile in Italia dal 1 settembre. In un momento in cui l'economia è ancora zoppicante e gli italiani hanno bisogno di più liquidità per far fronte anche alle spese quotidiane, sapere di avere un'alternativa ai classici prestiti bancari è senz'altro una bella novità. Già, perché non è che queste siano sempre ben disposte a concedere il credito. Sono infatti moltissimi gli italiani che, dopo essersi informati sui migliori prestiti personali, si sono visti respingere la richiesta dalla banca perché questa chiedeva garanzie impossibili da presentare.

Per fornire una risposta concreta al bisogno di liquidità dei consumatori, il settore del credito ha subito una radicale trasformazione, con la nascita di prestiti alternativi come il social lending. Si tratta sostanzialmente di prestiti tra privati, i quali offrono vantaggi sia a chi presta il denaro sia a chi lo riceve. I primi possono infatti ricevere degli interessi, scegliendone l'entità in base al profilo di rischio del richiedente. Quest'ultimo invece può ottenere un finanziamento a tassi più vantaggiosi rispetto a quelli praticati dalle banche e spesso in minor tempo.

PayPal.Me, la nuova soluzione firmata PayPal

Sulla scia dei portali dedicati ai prestiti tra privati, quali Prestiamoci e Smartika, anche Pay Pal ha deciso di dare il suo contributo alla diffusione del credito alternativo. Dal 1 settembre è disponibile il nuovo portale PayPal.Me, una soluzione completamente gratuita che permette di chiedere piccoli prestiti, scambiarsi o restituire denaro, o organizzare collette o raccolte fondi di modesta entità. Oltre che un passo avanti in materia di social lending, PayPal.Me si propone anche di incentivare l'abolizione dell'uso di denaro contante in favore dei pagamenti digitali, completamente tracciabili e sicuri.

DA LEGGERE: Prestiti online: il web rivoluziona le logiche dei mercati

Come funziona PayPal.Me?

È molto semplice. Attraverso questo servizio gli utenti PayPal potranno crearsi una URL personale (ad es. paypal.me/mariobianchi) che potranno condividere tramite social, email, sms e via dicendo per richiedere piccole somme di denaro.

Una volta ricevuto il link i tuoi amici dovranno semplicemente accedere alla tua pagina PayPal.Me e, digitare l'importo desiderato e inviarti il denaro. Si tratta di una soluzione molto utile anche per chi ha una piccola attività e deve ricevere piccoli pagamenti dai propri clienti.

Perché entrare nel mercato dei prestiti tra privati?

Il rilascio di PayPal.Me è stato frutto di studi accurati da parte del colosso dei pagamento online. PayPal ha infatti recentemente presentato i risultati della ricerca Global Pay Me Back Study, focalizzata sul rapporto che le persone hanno con il denaro via web. Lo studio, realizzato da Koski Research con un campione internazionali di circa 4.000 partecipanti, ha evidenziato come nel 2014 l'ammontare complessivo di prestiti tra familiari e amici abbia sfiorato quota 51 miliardi di dollari. Un settore carico di potenziale quindi, che necessita di nuove soluzioni tecnologiche studiate ad hoc per automatizzare e rendere più sicuri i trasferimenti di denaro.