Il prestito d'onore consiste in una forma di finanziamento agevolato strutturata per i profili creditizi più giovani che non dispongono di particolari garanzie retributive e che vogliono investire in una propria attività autonoma o sostenere il proprio percorso di studi. Il principale punto di forza di tale soluzione consiste nella dilazione nel tempo della restituzione del credito. È sufficiente porre le varie tipologie esistenti di prestiti a confronto per rendersi conto di come il prestito d'onore sia una forma di finanziamento del tutto particolare, che si basa su logiche creditizie proprie e sul principio del merito.

Prestito d'onore per studenti: quali spese copre?

Il prestito d'onore per studenti è regolamentato dalla Legge 390/1991 – modificato con Decreto Legge 185/2000 – e prevede una forma di finanziamento destinata a coprire tutte le spese inerenti il percorso di formazione del richiedente: retta universitaria del corso di laurea, del dottorato o del master, libri di testo, vitto e alloggio nel caso di studenti fuori sede. Per saperne di più basta informarsi su Findomestic, Agos o sugli altri istituti sul portale supermoney.eu e scoprire le specifiche soluzioni che ogni istituto ha disposto. L'importo erogabile può raggiungere anche i 5-6 mila euro l'anno.

LEGGI ANCHE: Prestiti Inpdap per dipendenti statali: tipologie e condizioni

Chi può richiederlo?

Il prestito d'onore è riservato a studenti regolarmente iscritti a corsi di laurea o post-lauream, che siano regolarmente residenti in Italia da almeno 6 mesi e che rispettino i requisiti di reddito e di merito (valutato in base al voto di maturità e a quello degli esami sostenuti fino a quel momento) previsti dalla legge. Il richiedente, inoltre, deve avere un'età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Per accedere al prestito d'onore è necessario risultare idonei e vincitori nella graduatoria di ottenimento del finanziamento. Il prestito viene concesso ai vincitori della graduatoria fino all'esaurimento dei fondi stanziati. La domanda di prestito deve essere corredata da:

- Documento personale in corso di validità

- Codice Fiscale

- Attestazione degli esami universitari

- Diploma di laurea – se già conseguita

- Certificazione del reddito o una busta paga

La restituzione del prestito

Il prestito d'onore permette di posticipare il rimborso del finanziamento, consentendo al beneficiario di cominciare a pagare solo dopo avere avuto il tempo di avviare la propria posizione lavorativa. Il pagamento della prima rata è avviato ad almeno 30 mesi di distanza dall'erogazione dell'ultimo contributo da parte del'istituto.

Prestito d'onore per le imprese

Il prestito d'onore per le imprese è uno strumento di finanziamento volto a incentivare l'autoimprenditorialità e il lavoro autonomo e prevede una quota di finanziamento a fondo perduto oltre a una serie di ulteriori agevolazioni. La formula consiste in un finanziamento a fondo perduto per il primo anno e una serie di prestiti a tasso agevolato a partire dal secondo. Può essere richiesto da giovani imprenditori di età compresa tra i 18 e i 35 anni con la finalità di finanziare:

- Una micro-impresa

- Un'attività autonoma

- Un'attività in franchising

La formula di finanziamento

Il prestito d'onore per le imprese prevede lo stanziamento di:

- Un finanziamento a fondo perduto pari al 50% delle spese sostenute, per un massimo erogabile di 15.500 euro

- Un finanziamento quinquennale a tasso agevolato pari al 30% del tasso di interesse imposto al momento della stipula del contratto, destinato alla copertura dei costi finanziabili

- Un finanziamento a fondo perduto pari a 5.165 euro per la copertura delle spese di gestione dell'impresa.

La restituzione del prestito avviene tramite un piano di rateizzazione del finanziamento.