La cessione del quinto è una forma di finanziamento particolarmente diffusa nell'ultimo periodo. Il comparto dei crediti è in forte crescita e, dopo una lunghissima ondata di contrazioni, ora preannuncia numeri in positivo. Conoscere i servizi e le alternative esistenti può quindi fare la differenza e aiutare i consumatori a individuare la soluzione più idonea al proprio profilo. È il caso di informarsi sulla cessione del quinto, una formula di credito innovativa e pratica.

LEGGI ANCHE: Cessione del quinto, un prodotto 100% italiano

Caratteristiche

Si tratta di una metodologia di finanziamento in cui la restituzione del prestito avviene attraverso una trattenuta sulla busta paga del contraente. La trattenuta eseguita dall'istituto di credito non può superare il 20% dell'ammontare totale dello stipendio. Scegliere l'istituto più idoneo presso cui effettuare tale operazione non è semplice e il consiglio è sempre quello di porre Findomestic e le sue tariffe a confronto con quelle di Fiditalia, Agos e degli altri operatori del mercato.

A chi si rivolge

La possibilità di avvalersi del prestito tramite cessione del quinto, dunque, implica che il richiedente sia in possesso di una busta paga. Per tale ragione, la formula è riservata solo ai seguenti profili di risparmiatori:

- Dipendenti pubblici

- Dipendenti privati

- Pensionati

Vi sono, inoltre, ulteriori condizioni che devono essere soddisfatte:

- Il richiedente deve essere in possesso di un contratto lavorativo a tempo indeterminato

- Il richiedente deve soddisfare i criteri di anzianità lavorativa previsti dalla compagnia assicurativa che fornisce la polizza

- Spesso, l'azienda presso cui presta servizio il richiedente deve soddisfare determinati criteri di ammissibilità relativi a capitale sociale, numero di dipendenti, ecc.

Garanzie richieste

La prima garanzia in possesso dell'istituto è, chiaramente, rappresentata dalla stessa busta paga da cui viene eseguito il prelievo rateale mensile. Ulteriori garanzie che possono essere richieste riguardano il tfr maturato dal contraente e la stipula di un'assicurazione sulla vita o sul rischio, la quale serve a proteggere la banca da eventuali licenziamenti, infortuni o decessi. Tale polizza è richiesta nel caso in cui la cifra erogata superi il valore del tfr dell'intestatario.

Vantaggi

I vantaggi della formula di finanziamento della cessione del quinto risiedono principalmente nella semplicità di gestione delle pratiche. Il debitore non è vincolato a effettuare alcuna operazione poiché il rimborso della somma dovuta avviene mediante un meccanismo automatizzato. È una formula che, avvalendosi di garanzie tangibili, ha di solito un'elevata possibilità di essere approvata dalla banca, la quale, a propria volta, affronta una soglia di rischio più bassa rispetto a quella riscontrabile in altre forme di credito.