I lavori di preparazione del modello 730 precompilato non sembrano affatto semplici e già si intravede una sovrapposizione delle scadenze fiscali previste per molti liberi professionisti e contribuenti. Sembra infatti delinearsi lo stesso scenario degli scorsi mesi quando, a seguito della forte concentrazione di scadenze di tasse e tributi vari, privati ed imprese erano corsi ai ripari chiedendo prestiti alle banche. Una scelta inevitabile che ha spinto molti correntisti a mettere a c i prestiti proposti delle banche e dagli istituti di credito presenti sul mercato a confronto per trovare la proposta più vantaggiosa.

Le opportunità in tal senso non mancano e interessanti alternative provengono anche dal web, basta informarsi sui prestiti on-line per capire quanto esteso sia ormai lo scenario. Sembra infatti che nel corso degli ultimi anni il numero delle banche online siamo crescendo velocemente, guadagnando la fiducia dei clienti.

Quali saranno le novità del modello 730 precompilato?

Tutte le informazioni necessarie per la compilazione del modello 730 precompilato sono reperibili sul sito dell'Agenzia dell'Entrate, che avverte i contribuenti che bisognerà attendere fino al 15 aprile per avere accesso alla procedura di compilazione e inoltre chiarisce che il modello, una volta presentato potrà essere accettato o rifiutato.

L'Agenzia delle Entrate infatti mette a disposizione di tutti i lavoratori dipendenti e assimilati la dichiarazione dei redditi precompilata. Sarà poi il singolo contribuente a decidere se accedere al modello in prima persona, tramite il proprio sostituto d'imposta o attraverso un Caf (o professionista abilitato).

Scopri le ultime news sul modello 730 precompilato >> 

Oltre alla semplificazione delle procedure di compilazione del modello, si prevedono anche dei miglioramenti sugli standard di sicurezza nei controlli estesi quindi anche sui Caf e sui professionisti. Si potrà continuare comunque a procedere con la compilazione tradizionale, ma per coloro che accetteranno l'opzione precompilata ci saranno delle agevolazioni in materia di controlli fatti dal Fisco.

Il modello 730 precompilato 2015 verrà consegnato a casa o sul posto di lavoro. Nella prima parte saranno già indicati tutti i dati già in possesso dal Fisco, quali: i dati anagrafici, reddituali presenti nel Cud e le detrazioni fiscali per i familiari a carico. Bisognerà invece indicare tutti gli altri tipi di dati, come: i redditi, i mutui e la titolarità di immobili.

Il 730 riguarderà tutti i cittadini italiani che percepiscono redditi tramite lavoro, sia dipendente che assimilato, quindi anche per contratti di collaborazione o borse di studio, nonché i pensionati.