Per i giovani italiani che vogliano mettere in piedi la propria attività dando vita a un business personale, una delle vie più veloci per ottenere in breve tempo la somma di denaro necessaria all'avvio di una start up è il prestito. Vale quindi la pena prima di lanciarsi in un'iniziativa di questo tipo, prendere del tempo per informarsi sui finanziamenti più vantaggiosi e più adatti ai propri scopi.

Altrettanto utile, una volta scelta la modalità di finanziamento migliore per il proprio business, è mettere i prestiti di Findomestic a confronto con quelli di Agos Ducato o di altri istituti di credito per identificare la rateizzazione e i metodi di rimborso più confortevoli, oltre che i tassi di interesse più bassi.

Per sostenere le aziende nascenti, inoltre, lo stato predispone dei bandi regionali che permettono ai giovani più meritevoli e innovatori di ammortizzare i costi di avvio della start up. Di seguito ne vediamo alcuni, indetti da dieci delle Regioni italiane, cui è possibile partecipare entro le scadenze previste.

Destinato alle piccole aziende con meno di tre anni di vita o ai ricercatori interessati alla costituzione di un'impresa innovativa, l'Alto Adige, nella giunta provinciale di Bolzano, predispone un intenso programma di agevolazioni. Chiunque sappia creare valore aggiunto per il territorio presentando un progetto di alto contenuto tecnologico in forma di società di capitali potrà vincere 1 milione di euro. Le domande dovranno essere presentate entro il 23 dicembre.

Il Sostegno allo start up di nuove imprese innovative arriva anche dall'Emilia Romagna. La scadenza per la presentazione del business plan cade il 31 marzo 2015, mentre il premio consiste in un conto capitale pari al 60% della spesa considerata ammissibile fino a un massimo di 100.000 euro, con una maggiorazione per progetti che prevedono l'assunzione a tempo indeterminato di nuovi dipendenti nel breve termine.

I bandi regionali della Lombardia, invece, si rivolgono alle piccole e medie imprese per la creazione di piattaforme Open Innovation, entro giugno 2015, e agli imprenditori attivi nei settori Agrifood, Life science, Social innovation, Industrial, Smart cities, Energy e Environment per la partecipazione a Startup per Expo, entro il 16 gennaio. Il premio è fissato a 500.000 euro per le Open Innovation e triplica nel caso di Expo.

In Sardegna agevolazioni, fino a un massimo di 408.000,00 euro, per le nuove iniziative imprenditoriali che favoriscano l'occupazione giovanile partecipando a Voucher Startup – Incentivi per la competitività della Startup innovative. Parallelamente la Regione Toscana indice Giovani, sì, una prestazione di garanzia su finanziamenti e operazioni di leasing destinate all'imprenditorialità degli under 35 e delle donne.

I bandi regionali del Lazio si concentrano, invece, attorno a progetti coerenti con Expo Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la vita con lo stanziamento di un milione e mezzo di euro e su progetti di neonate Pmi con il Fondo per la nascita e lo sviluppo di start up innovative, cui sono dedicati 1 milione e 350 mila euro. Mentre il primo dei due bandi regionali ha scadenza odierna, il secondo sarà attivo fino a esaurimento delle risorse disponibili.