Da quanto tempo pensavate di fare una modifica al bagno, di cambiare gli infissi, o di mettere una recinzione al giardino? Da oggi potete farlo, perché è arrivato Babbo Natale. Ah no, è il decreto di Sblocca Italia che sta bussando alla porta. Poco male, è giunto il momento di fare un confronto online dei prestiti più vantaggiosi che possono servire per gestire le spese della ristrutturazione di casa vostra.

E' importante, però, che riusciate ad individuare il finanziamento più adatto alle vostre necessità del momento, in modo poi da non avere problemi nel restituire la somma che vi è stata accordata. Per esempio, informarsi su un prestito Compass piuttosto che Findomestic è importante in modo da poter avere tutti i dettagli necessari a prendere una decisione ponderata.

Il 12 settembre 2014 Sblocca Italia ha decretato che gli interventi di manutenzione straordinaria, che finora erano definiti semplici ristrutturazioni edilizie, comprendono anche azioni di frazionamento o accorpamento di unità immobiliari a patto che l'edificio non subisca modifiche di volumetria o destinazione d'uso.

L'Agenzia delle Entrate si è quindi rimboccata le maniche e ha giustamente deciso di aggiornare la sua guida delle agevolazioni fiscali, che nello specifico è consistita nella modifica di parte dell'articolo 3 comma 1 lettera b, che prevede più libertà nel procedere ad un'azione di manutenzione straordinaria. Ha inoltre deciso di includere in questo tipo di ristrutturazione edilizia anche la modifica di parti strutturali di un edificio.

Via libera quindi alla costruzione di scale di sicurezza e scale interne, o al rifacimento delle stesse e di rampe, ma anche all'installazione di ascensori, alla sostituzione o modifica di infissi esterni, serramenti e persiane, alla recinzione delle aree private di un edificio, alla realizzazione e integrazione dei servizi igienici e infine agli interventi finalizzati al risparmio energetico. Chi più ne ha più ne metta insomma.

Se non foste già soddisfatti da questa profusione di innovazioni, vi piacerà sentire che dalla guida delle Entrate scaturiscono altri dati positivi. Innanzitutto la detrazione fiscale agevolata è stata prorogata fino al 31 dicembre 2015. E per concludere, se voleste togliervi lo sfizio di un frigo o una lavastoviglie nuova a partire dalla classe A+ potete farlo, visto che questo tipo di acquisto è incluso nelle agevolazioni.