Prestiti firma digitale - Da tempo esiste la possibilità, per chiunque fosse interessato a richiedere un prestito, di farlo attraverso una procedura telematica (on line). Tale metodologia ha, indubbiamente, velocizzato l'intera procedura, ma i tempi rimanevano comunque sempre relativamente lunghi in quanto rimaneva ugualmente l'obbligo di inviare il contratto in forma cartacea: persisteva, dunque, il carattere altamente burocratico di una simile procedura. La vera svolta, pertanto, c'è stata con l'introduzione della firma digitale la quale consente realmente di abbattere quelle barriere burocratiche che rimanevano evidenti anche qualora il prestito fosse stato richiesto in forma telematica.

Così i maggiori istituti di credito quali ad esempio Findomestic, Bancoposta e Banca Sella hanno da qualche tempo adottato questa procedura dalle spiccate connotazioni innovative, grazie alla quale il richiedente potrà apporre, direttamente dal proprio pc, le firme necessarie a render valido un contratto con conseguente riduzione dei tempi e dei costi che fino ad allora caratterizzavano la fase iniziale della richiesta di un prestito. La firma digitale avviene attraverso un doppio sistema di one time password ed un codice numerico personale riservato.

Naturalmente anche a livello legale la firma digitale ha identica valenza della firma autografa ed indubbiamente rappresenta una nuova frontiera per numerosi istituti di credito i quali si stanno cercando di adeguare a questa nuova tecnologia tramite l'implementazione di software e tecnologie dedicate.