Prestiti Erasmus+ - Le singole nazioni dei Paesi appartenenti all'Unione Europea hanno, ciascuna, specifiche modalità di prestito studiate appositamente per incentivare gli studenti più meritevoli (ma che talvolta non dispongono dei necessari mezzi finanziari in grado di sostenere efficacemente la loro formazione) a continuare gli studi ed a perfezionarsi nelle specifiche materie di competenza.

I prestiti europei ERASMUS+ (contraddistinti da tassi di interesse piuttosto favorevoli), pertanto, sono destinati per quegli studenti che vorrebbero fare un' esperienza di master all'estero, ma non ne hanno la possibilità economica. Tali prestiti, quindi, non ostacoleranno quelli di carattere nazionale, nè vi si andranno a sovrapporre.

Per ottenerli, non è richiesta alcuna garanzia da parte di un genitore o di un terzo. Sono state definiti anche i tetti massimi per ciascun prestito:

  • fino a 12000 euro, se il master ha durata annuale;
  • fino a 18000 euro nel caso si trattasse di un master della durata di due anni.

Naturalmente, come accennato prima, questi prestiti presentano caratteristiche favorevoli rispetto a quelli generalmente presenti sul mercato. Così ad esempio:

  • i tassi di interesse applicati sono più bassi rispetto a quelli di mercato;
  • è previsto un arco di tempo di almeno 12 mesi dopo il termine del master prima dell'inizio del rimborso;
  • assenza di costi aggiuntivi in caso di estinzione anticipata del prestito;
A breve, dunque, si avranno i primi feedback relativamente a questa nuova iniziativa che rappresenta, per tutti gli studenti dell'Unione Europea, una vera e propria opportunità di crescita personale e formativa.