Le famiglie e le giovani coppie della Provincia di Milano possono domandare dei finanziamenti ristrutturazione edilizia per risparmio energetico nell'ambito dell'iniziativa Mutuo A Profitto, che prevede l'erogazione di prestiti agevolati (non mutui ma proprio prestiti personali) per tale finalità legata alla prima casa, l'abitazione principale, concessi a condizioni speciali dal gruppo Banca di Credito Cooperativo e dal gruppo Banca Popolare di Milano.

Mutuo A Profitto è un sistema per finanziamenti agevolati alle giovani coppie e alle famiglie che viene finanziato in parti uguali dalla Provincia di Milano e in parte dagli istituti aderenti per concedere prestiti per opere dedicate al risparmio energetico per l'abitazione principale quali sostituzione dei serramenti, opere per l'isolamento termico, l'installazione di nuovi e più efficienti impianti di riscaldamento, l'installazione di pannelli solari, pompe di calore, ecc.

Ricordiamo che per tali interventi è attivo l'ecobonus, ovvero il sistema di incentivi fiscali sul quale vi potete informare con la guida Detrazioni 65% risparmio energetico: dunque oltre ad avere finanziamenti agevolati, i residenti in provincia di Milano potranno usufruire anche di tali sconti fiscali.

Si possono ottenere prestiti a tasso zero e senza ipoteche per un massimo di 50mila euro in sette anni dalle seguenti banche convenzionate: Banca di Credito Cooperativo di Barlassina - Banca di Credito Cooperativo Binasco - Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate - Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza - Banca di Credito Cooperativo di Carugate - Banca di Credito Cooperativo di Cernusco sul Naviglio - Banca di Credito Cooperativo di Lesmo - Banca di Credito Cooperativo di Sesto San Giovanni - tutte le filiali presenti sul territorio provinciale della Banca Popolare di Milano.

Le richieste devono essere accompagnate dalla descrizione delle misure di riqualificazione energetica con i relativi preventivi di spesa e con l'indicazione, sottoscritta dal progettista o dall'installatore o dall'impresa, della quantità di energia primaria che gli interventi consentono di ridurre.