L'Unione Europea per promuovere lo sviluppo economico locale e nazionale e per sostenere le PMI operanti in particolari zone geografiche e con determinate caratteristiche strutturali ha stanziato fondi per l'accesso ai prestiti agevolati europei a tassi d'interesse vantaggiosi, ossia, i finanziamenti della Banca Europea degli Investimenti, denominati Fondi B.E.I. a favore delle piccole e medie imprese con meno di 250 dipendenti.

I requisiti per richiedere i fondi agevolati sono progetti d'investimenti in diversi settori che si occupano di beni materiali, come immobili, macchinari, attrezzature, impianti, da utilizzare per realizzare attività di produzione e commercializzazione di beni e servizi, e di beni immateriali, come lo sviluppo, la ricerca, la progettazione, la realizzazione di reti distributive, per il miglioramento dei servizi; il Gruppo Carige è in grado di proporre il finanziamento agevolato più idoneo e personalizzato e offre un team di esperti a disposizione a guidare le PMI richiedenti, durante tutto l'iter di concessione, dalla richiesta all'erogazione.

Questi finanziamenti possono arrivare a coprire fino al 100% dell'investimento effettuato dalla PMI per un importo massimo di 12,5 milioni di euro, da rimborsare in un periodo che va dai 10 anni, con due anni di preammortamento, ad un massimo di 12 anni, compresi sempre due anni di preammortamento, le agevolazioni fiscali previste comprendono l'esenzione dell'applicazione dell'imposta sostitutiva e tassi d'interesse agevolati.