Bonus Bebè 2014, prestiti agevolati - La nascita di un bambino è uno dei momenti più felici nella vita di un genitore: si celebra il miracolo della vita. Ogni genitore è consapevole però che questo bellissimo traguardo comporta una serie di responsabilità, anche di natura economica. Dopo un periodo d'incertezza, anche per quest'anno, torna il Bonus Bebé. Per il 2014 però la fisionomia del Bonus Bebè ha subito delle modifiche: ora si tratta di un prestito a condizioni agevolate e non più di un contributo a fondo perduto.

Bonus Bebè 2014, requisiti e domanda. Ecco le ultime informazioni su requisiti e modalità per presentare la domanda.

Bonus Bebè, chi può richiederlo?

Tutti i genitori di bambini nati o adottati negli anni 2012 - 2013 - 2014 senza alcun limite di reddito. E' possibile ottenere un finanziamento fino a 5.000 euro da restituire entro 5 anni con tassi d'interesse ridotti: TAEG inferiore almeno del 50% al TEGM.

Per ogni bambino nato o adottato nel suddetto arco temporale è previsto un solo Bonus Bebè.

Nuovo Bonus Bebè, come funziona?

Le famiglie che vogliono usufruire del prestito agevolato nuovi nati devono prendere contatti con una delle banche aderenti all'iniziativa entro il 30 giugno successivo alla nascita o adozione del bambino.

Bonus Bebè 2014, come ottenerlo?

Nel 2014 al fine di presentare la domanda per il Bonus Bebè, il punto di riferimento non è più l'INPS bensì una delle banche aderenti all'iniziativa. Per accedere ai prestiti agevolati nuovi nati quindi bisogna recarsi presso una delle filiali delle tante banche aderenti e compilare la domanda. Sul sito istituzionale Fondo Nuovi Nati è possibile consultare l'elenco completo degli istituti bancari aderenti alla campagna di finanziamento.

Sebbene lo Stato ne agevoli l'accesso, prima di concedere il prestito agevolato nuovi nati la banca aderente effettuerà i controlli del caso circa la presenza delle condizioni per erogare il finanziamento.