Bonus Bebè 2014 anche per i nati nel 2012 e 2013, ma cos'è il Bonus Bebè 2014 e chi ne ha diritto più nello specifico? Nel 2014 questa forma di sostegno per le nuove mamme è orientata a fornire accesso agevolato al credito, permettendo prestiti fino a 5 mila euro, da utilizzare per ogni forma di spesa, con tasso di interesse non maggiore del 50% rispetto al tasso effettivo globale medio (TEGM). Tali prestiti agevolati possono essere restituiti entro un massimo di 5 anni.

Dopo aver brevemente spiegato cos'è il Bonus Bebè 2014 vediamo chi ne ha diritto: come spiegato sul sito Fondo Nuovi Nati il Bonus Bebè 2014 è relativo ai nati nel 2012, 2013 e 2014 e ai bambini adottati negli stessi anni. Va richiesto entro il 30 giugno seguente l'adozione o la nascita del bambino o dei bambini, per quanto riguarda le adozioni nazionali, come si spiega sul sito, "si fa riferimento alla sentenza di affidamento preadottivo o di adozione definitiva", mentre per quelle internazionali "si fa riferimento al provvedimento di autorizzazione all'ingresso e alla residenza permanente del minore rilasciato dalla Commissione per le adozioni internazionali, sia per le adozioni pronunciate all'estero che per quelle pronunciate in Italia a conclusione del periodo di affidamento preadottivo".

Ma come si può beneficiare del Bonus Bebè 2014 per gli adottati e i nati nel 2012, 2013 e 2014? Il punto di riferimento sono le banche: per l'accesso agevolato al credito si può compilare la domanda direttamente nella filiale di uno degli istituti bancari che aderiscono all'iniziativa, il cui elenco completo è riportato sul già citato sito Fondonuovinati.it. Le banche presenti in lista sono numerosissime, i genitori dovrebbero quindi poter facilmente inoltrare domanda in filiali del proprio comune per accedere ai prestiti a condizioni vantaggiose garantiti dal Bonus Bebè 2014.

Precisiamo, in merito a chi ha diritto al Bonus Bebè 2014, che non vi è alcuna distinzione tra cittadini italiani e stranieri regolari: la decisione sulla concessione del finanziamento viene rimessa alla banca.