I prestiti online sono sempre più in voga, in quanto sono facili da ottenere e prevedono tempi di erogazione piuttosto rapidi, in una fase storica in cui l'offerta creditizia è sempre più esigua. Naturalmente alcuni di essi sono effettivamente convenienti e concorrenziali, ma altri nascondono, dietro un'apparenza competitiva, delle condizioni alquanto svantaggiose. Si rende opportuno, pertanto, cautelarsi.

Spesso i prestiti online si rivolgono anche ai cosiddetti cattivi pagatori, ovvero coloro che sono iscritti presso le Centrali rischi, e che dunque non possono usufruire dei prestiti concessi dagli istituti di credito. I prestiti concessi sul web, pertanto, risultano particolarmente appetibili e non richiedendo una specifica documentazione giustificativa da parte del richiedente. Eppure al momento della resa dei conti, ovvero della restituzione del debito, possono presentarsi spiacevoli sorprese. I prestiti online, infatti, presentano, in alcuni casi, tassi di interesse piuttosto elevati, che, tuttavia, nella pagina web di promo sono opportunamente celati. D'altra parte oltre ai tassi di interesse, il potenziale richiedente deve fare anche particolare attenzione all'ammontare delle spese accessorie, pure esse, spesso, non esplicitate nella descrizione del prodotto.

Il suggerimento, dunque, in merito alla richiesta di un prestito online è quello di effettuare ricerche approfondite, prima di procedere con il contratto, e di valutare eventuali offerte alternative e più convenienti. È, dunque, evidente, che non è sempre tutto oro quello che luccica e, di conseguenza, bisogna essere molto prudenti prima di accettare offerte creditizie fin troppo allettanti.