Più di un decennio fa, a Milano, come in tutta Italia, nel pieno boom dei prestiti, quando i tassi italiani erano talmente bassi da poter far sperare a chiunque di poter soddisfare il sogno di una bella casa, di un'auto e di tanto altro ancora, prosperavano in Italia numerose società finanziarie, per l'intermediazione bancaria, finalizzata alla concessione di prestiti.

Un settore a quei tempi in piena crescita, sopra cui si è abbattuta un giorno, la scure della crisi. La triste realtà è che ora siccome troppi italiani, diversamente da allora, sopravvivono arrancando a soddisfare persino le necessità più basilari ed il sogno da grandioso è adesso il più semplice bisogno di impedire, come spesso accade, di farsi portar via la propria casa ed essendoci meno liquidità, le banche, per ridurre i rischi, hanno ridotto le collaborazioni e quindi nascono le 'Agenzie Di Soccorso Debiti'.

In questo contesto, percio` assistiamo alla riconversione di numerose società intermediarie che da promotrici finanziarie si vedono costrette a convertirsi in 'Consulting' nel ramo debiti. L'esempio pratico arriva da Milano, ormai motore economico italiano a basso regime: il racconto è di un ex promotore finanziario, Stefano Belli milanese, il quale si è reinventato: da promotore finanziario è diventato consulente degli indebitati, aiutando prima se stesso che aveva investito del capitale nella sua società, e poi chi si trovasse nelle condizioni di non poter, per forza di cose, onorare i debiti contratti e fosse alla ricerca di nuove soluzioni.

Le banche ora, racconta Belli, si sono fatte più selettive nel concedere ed erogare prestiti e le collaborazioni si sono ridotte. Ironicamente dice: ''Prestano l'ombrello quando c'è il sole e lo rivogliono quando piove''.

Molti promotori, hanno nel frattempo deciso di uscire dal settore, orientandosi spesso in attività completamente diverse. Belli invece no: trovandosi di fronte ad un bivio e facendo della sua necessità virtù, ha scelto di rimanerci ma in modo diverso e si è appunto reinventato convertendo la sua società.

Divenuto consulente, ha potuto aiutare prima se stesso, sottraendosi dall'assalto delle 'Società Di Recupero Crediti' e poi ha messo a frutto la sua decennale esperienza, mettendola a disposizione degli altri e proponendo soluzioni a chiunque si rivolgesse alla sua agenzia.

Stefano, auspica che, grazie alla sua positiva testimonianza, tutte le persone in difficoltà, in questo delicato periodo economico, trovino la forza di superarle. Anch'io, fin da questo momento, mi associo all'augurio, offrendo loro la solidarietà dovuta e dedicandogli questo articolo.