In Veneto nuove possibilità di accesso al credito grazie ad una nuova iniziativa della Regione. Il bando è destinato ai genitori separati, divorziati o single, che sono in difficoltà economiche. Il prestito è a tasso zero.

Il progetto ha stanziato un fondo che sarà destinato ai prestiti personali, il plafond è di 700.000 euro. Le famiglie monoparentali potranno inoltrare la domanda d'accesso alla liquidità disponibile.

Il tetto massimo del prestito è di 5.000 euro per ogni famiglia, che dopo aver effettuato la domanda rientrerà in una graduatoria, dalla quale si assegneranno i fondi in virtù del possesso dei requisiti richiesti. Hanno diritto di precedenza i genitori separati di bambini disabili. Il prestito sarà restitutito secondo un piano di rientro personalizzato.

Chi accede ai fondi della Regione Veneto:

il reddito delle famiglie monoparentali dovrà essere compreso tra 5.000 e 25.000 euro complessivi, come testimoniato dal Foglio ISEE.
Non possono accedere ai fondi le famiglie che in passato hanno goduto di contributi statali pari ad almeno 300 euro a persona negli anni 2012 e 2013.

La somma ottenuta, con il riconoscimento del prestito personale, dovrà essere destinata alle spese sanitarie e mediche e al pagamento del canone di locazione.

Le domande di accesso al fondo della Regione Veneto per le famiglie monoparentali, divorziati o single, dovranno essere presentate entro il 21 novembre 2013, a corredo dovrà essere allegata la modulistica richiesta. Condizione necessaria è la residenza in Veneto da almeno due anni. Una parte della domanda verrà compilata dal cittadino, mentre la seconda sarà a cura del Comune di residenza.