Prestiti per studenti in Erasmus: in arrivo 14 miliardi dall'Unione Europea. Proprio nel venticinquesimo anno di esistenza del progetto Erasmus, che ogni anno raccoglie adesioni in tutto il mondo da oltre 230 mila studenti, arriva la grande notizia della stanziamento di nuovi fondi da parte dell'Unione Europea per il continuo sviluppo del programma.

E' emersa proprio questi ultimi giorni la conferma infatti dell'accordo raggiunto tra la Commissione Cultura del Parlamento Europeo ed il Consiglio Europea che sancisce l'immissione di 14 miliardi di euro tra il 2014 e il 2020.

Negli ultimi anni sempre più studenti stanno scegliendo di intraprendere dei viaggi all'estero sia per occasioni personali, sia per qualificare gli studi e aggiungere al curriculum un'esperienza molto rilevante nei nuovi mercati del lavoro.

Con queste novità del programma Erasmus + si amplieranno ulteriormente queste possibilità e a partire dal gennaio 2014 sono previste numerosissime adesioni di tutti i giovani compresi tra i 13 ed i 30 anni.

Le principali novità della proposta sono: la possibilità di stage all'estero anche per under 30 non iscritti all'Università ed erogazione di prestiti per la partecipazione a Master. La somma a disposizione varia dai 12 mila euro per un anno ai 18 mila euro per due anni.

Lo stanziamento dei nuovi prestiti prevede la possibilità di scelta fra tutti i paesi europei più Islanda, Turchia, Macedonia, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. La durata del viaggio all'estero è da 3 a 12 mesi per gli studenti, da 2 a 12 mesi per tirocinio, dottorato o apprendistato e da 2 giorni a 2 mesi per docenti.