Nell'ampio panorama dei prestiti personali, i prestiti per i pensionati INPS e ex INPDAD sono senz'altro tra quelli per cui sono maggiormente richiesti chiarimenti e informazioni utili.

Si tratta di una formula piuttosto vantaggiosa, che permette a chi percepisce una pensione e vuole ottenere dei piccoli finanziamenti senza avere sensibili riduzioni delle entrate mensili e senza dunque incidere troppo sul bilancio familiare. Ottenerli non è sempre semplicissimo, ma le condizioni garantite sono migliori rispetto ad altre categorie di richiedenti.

Ipotizzando la situazione relativa ad un pensionato INPS o ex INPDAP che richieda un prestito di 5.000 euro rimborsabile in 6 anni, queste le proposte migliori secondo il comparatore di SuperMoney. Il richiedente non è cattivo pagatore e non vuole costi aggiuntivi relativi all'assicurazione del finanziamento: ecco l'elenco di rate e tassi migliori.

  • Con la rata Bassotta di IBL Banca il Taeg è del 9,32%, il TAN del 4,70% per una rata mensile di 89,3 euro e un importo dovuto alla scadenza di 6.430 euro.
  • Altra soluzione è quella proposta da Credem che offre un TAEG del 12,99%, un TAN dell'11,90%. Si dovranno pagare 97,5 euro al mese e al termine dei 6 anni si saranno restituiti 7.083 euro.
  • Ultima alternativa elencata attraverso il confronto fatto, è quella di Banca Popolare di Sondrio: con il Prestito Personale si ha un Taeg del 17,7%, un TAN dell'11,87%. L'importo dovuto al termine del periodo sarà di 7.845 euro, rimborsato con rate mensili di 97,4 euro.