Una recente indagine di un accreditato broker creditizio online ha messo a confronto diverse offerte di finanziamento considerando tre tipologie di consumatori: un trentenne in procinto di acquistare un'automobile, un impiegato di 45 anni che deve ristrutturare la propria casa e un pensionato sessantenne che necessità di liquidità.

Partiamo dal primo caso: il ragazzo di 30 anni ha un lavoro a tempo determinato e chiede 10.000 euro per l'acquisto di una macchina da rimborsare in due anni. La rata oscilla tra i 440 e 450 euro, con un Taeg tra 6,90% e 7,20%.

Se sceglie di restituire l'importo in 48 mesi la rata scende a 238 euro, se invece decide per le 72 rate l'importo si fissa a 169 euro. Ovviamente il riscontro positivo della finanziaria sarà determinato anche dalla durata del contratto a tempo determinato in funzione della durata complessiva del prestito.

Nel secondo caso abbiamo un impiegato che chiede 15mila euro per ristrutturare la sua casa: ha un contratto a tempo indeterminato e sceglie di rimborsare l'importo in 24 mesi. In questo caso la rata offerta dai principali istituti creditizi si attesta tra 670 e 680 euro, con un Taeg variabile tra 6,90% e 8,06%.

Attenzione alle spese di apertura pratica, gestione, incasso e bolli che possono variare l'addebito atteso per la prima rata. Se l'impiegato decide per le 48 rate, l'importo scende intorno ai 360 euro, che diventano circa 254 se la cifra è restituita in 6 anni.

Infine, la categoria del pensionato che necessita di 15.000 euro per liquidità si scontra con dei Taeg decisamente superiori, tra 10,60% e 12%. La rata del rimborso in due anni si attesta sui 690/700 euro, che diventano 380/390 euro nei 48 mesi e 280/290 entro 6 anni.