Oggi, in questo articolo, metteremo a confronto 2 tipi di prestito per le piccole imprese promosse da Intesa San Paolo e Unicredit.

Intesa San Paolo propone il finanziamento per gestione business. E' un prestito ordinario a breve termine con un piano di rientro. Il prestito è pensato per le piccole imprese che fanno parte dei settori industriali, agro-industriali, artigianali, commerciale, turistico-alberghiero e agrituristico. E' possibile richiedere un prestito fino a 200.000 euro, per una durata fissa che vada al di sotto dei 18 mesi. Potete rimborsare tranquillamente il finanziamento in qualsiasi momento senza pagare nessuna penale. E' escluso, invece, l'uso del finanziamento in sostituzione di linee di cassa, e per il ripianamento di linee di credito già usate presso la banca Intesa San Paolo. Per usufruire del prestito il richiedente dovrà avere già aperto un conto corrente ad esclusione dei professionisti e delle microimprese che sono riconosciute secondo quanto previsto al decreto legislativo 6/9/2005 numero 206.

Unicredit, invece, risponde con Nuove imprese Start Up. Il finanziamento offre fino a 100.000 euro. Il prestito è adatto se volete aprirvi una piccola impresa. La durata del finanziamento è fino ad un massimo di 7 anni, comprensivi di pre ammortamento (fino ad un massimo di 24 mesi). Il rimborso avverrà in rate mensili, trimestrali o semestrali. Il tasso può essere fisso o variabile. Per richiedere il finanziamento dovrete essere iscritti alla C.C.I.A.A. da non più di 21 mesi. Dovrete avere il rilascio di garanzie eligibile Confidi almeno pari al 60% dei fidi/finanziamenti accordati, e infine dimostrare il possesso di mezzi propri pari ad almeno il 30% del piano di investimenti da realizzare.