La disoccupazione giovanile ormai elevatissima, in combinato a recessione economica e crisi di liquidità, spinge sempre più giovani a rivolgersi al sistema creditizio nella speranza di ottenere prestiti e finanziamenti utili ad avviare le proprie attività o semplicemente a far fronte alle spese quotidiane.

In considerazione di un trend in continua crescita, numerosi istituti di credito e società finanziarie lanciano campagne promozionali rivolte a questo particolare target di utenti, e proprio per questo motivo abbiamo deciso di proporvi un confronto tra "Prestiti per i giovani" di Agos Ducato e "Prestito Superflash" di Intesa Sanpaolo.

Partendo da Agos Ducato, va sottolineato come la finanziaria milanese proponga il pacchetto "Prestiti per i giovani" in offerta fino al 31 dicembre; gli importi oggetto di erogazione variano da 2.750 a 30.000 euro, con una durata variabile e compresa tra le 12 e le 120 mensilità. Il TAN è fisso mentre il TAEG risulta variabile e proporzionato all'importo richiesto.

Agos Ducato richiede soltanto tre tipi di documenti per poter accedere al prestito (carta d'identità, codice fiscale e documento di reddito), ma nel caso in cui l'aspirante beneficiario non possa contare su un reddito dimostrabile è possibile fornire quale garanzia il nominativo di un garante.

"Prestito Superflash"
di Intesa Sanpaolo si presenta invece più ampio ed articolato; per accedervi bisogna avere tra i 18 e i 35 anni ed aver lavorato almeno per 18 mesi negli ultimi due prima di inoltrare la domanda.

Si tratta di un prestito personale, per tanto non è passibile di essere autorizzato per soddisfare esigenze legate all'ambito professionale del richiedente; gli importi erogabili variano da 2.000 a 30.000 euro e la durata oscilla dai 2 ai 10 anni.

Il pacchetto offre in combinato la possibilità di esercitare le opzioni "Posticipo Rate" (grazie alla quale è possibile posticipare il pagamento di una o più rate) e "Cambio Rata" (mediante la quale è possibile variare l'importo della rata mensile); la fruizione di tali opzioni influenza evidentemente la durata del prestito, che a seconda delle modifiche introdotte tende a diminuire o ad aumentare.