Recenti statistiche dimostrano, (se mai ce ne fosse stato bisogno), che gli italiani hanno bisogno di soldi e cercano sempre più frequentemente informazioni sui prestiti online, anche se rispetto agli anni scorsi, gli importi richiesti sono decisamente più bassi.

I prestiti online hanno diversi vantaggi per i consumatori.

Innanzitutto, non dobbiamo recarci in ogni agenzia singolarmente con un conseguente, enorme risparmio di tempo. In secondo luogo, internet consente di confrontare molti preventivi online di finanziamenti contemporaneamente, consentendo di individuare le migliori offerte.

Per farsi concedere un prestito online, prepariamo prima di tutto la documentazione: con uno scanner salviamo nel computer una copia nitida fronte retro della carta di identità (o della patente) in corso di validità, il codice fiscale, l'eventuale contratto di lavoro e i dati del proprio datore, le ultime due o tre buste paghe (se le abbiamo), l'ultima dichiarazione dei redditi, Unico o 730, l'IBAN del conto corrente e il relativo anno di apertura.

I file possono essere salvati in formato Jpg o PDF: attenzione alle dimensioni perché alcuni siti possono avere un limite di Kb (è sufficiente eseguire nuovamente la scansione con una minore risoluzione o utilizzare appositi software che comprimono le immagini).

Quando chiediamo un preventivo per un prestito online, sono richieste in genere poche informazioni: importo richiesto, durata del prestito, data di nascita, lavoro svolto, retribuzione mensile. Un primo suggerimento è individuare la migliore rata in base al proprio reddito: nessuna finanziaria approverebbe un prestito la cui rata è troppo elevata rispetto alla retribuzione mensile dichiarata.

Attenzione dunque a ciò che si scrive nelle mensilità percepite, perché deve trattarsi di un reddito dimostrabile: se non abbiamo una busta paga possiamo inserire una cifra mensile sulla base dell'ultima dichiarazione dei redditi presentata: prendiamo il reddito al netto delle imposte e dividiamo l'importo per dodici.

Teniamo inoltre in considerazione che le finanziarie visualizzeranno eventuali altri prestiti che abbiamo in corso (mutui, finanziamenti, cessioni del quinto) così come posizioni debitorie problematiche del passato.

Prima di inoltrare il preventivo quindi, svolgiamo alcuni test per verificare che in base all'attività inserita e alla cifra richiesta, compaiano migliori opzioni di scelta. Un altro accorgimento che può agevolare la concessione del prestito online è inoltre l'inserimento di un'assicurazione sullo stesso: gli importi di queste assicurazioni sono in genere bassi ma mettono la finanziaria al riparo da eventuali insolvenze, incidendo positivamente sull'erogazione del denaro.

Un'altra importante nota: inseriamo sempre un numero di cellulare valido nei form di richiesta perché la maggior parte delle finanziarie telefona per concordare i dettagli del prestito.

Se gli operatori ci propongono di proseguire l'iter dell'erogazione presso una filiale fisica, ricordiamo che possiamo domandare agli stessi il totale svolgimento della pratica online. Questo può essere molto utile soprattutto se le agenzie di appoggio sono fuori sede e se abbiamo inoltrato molti preventivi a causa di una situazione urgente.

Infine, un consiglio valido per tutti ma soprattutto per coloro che hanno un reddito basso o un lavoro precario o altri finanziamenti in corso: chiedere ad una persona con un reddito sicuro (busta paga o pensione) di garantire o cointestarsi il prestito.