Tra i programmi di investimento sostenuti da Invitalia - l'agenzia nazionale per l'investimento d'impresa - è stato di recente pubblicato, e risulta ancora aperto, il progetto Smart & Start: una misura finalizzata a sostenere progetti imprenditoriali fortemente innovativi che prevedono la realizzazione di imprese ubicate nel sud Italia, segnatamente: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia (Smart) e Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (Start).

Gli incentivi che possono essere richiesti sono due: il primo è per il programma Smart, l'altro è per quello Start; i due contributi sono cumulabili in quelle Regioni che prevedono entrambi lo stanziamento di fondi.

Possono accedere alle agevolazioni Smart sia un gruppo di persone fisiche che non hanno ancora costituito una società, purché siano in possesso di un business plan, sia le piccole aziende costituite da non oltre 6 mesi.

Il contributo SMART prevede un contributo a fondo perduto destinato a coprire i costi di gestione per i primi 4 anni di attività d'impresa: l'idea di business deve essere particolarmente innovativa dal punto di vista dell'introduzione di tecnologie digitali o del raggiungimento di nuovi obiettivi di mercato o per la realizzazione di beni e servizi innovativi. Il contributo è di massimo 50.000 euro annui per un importo complessivo di 200.000 euro nei 4 anni. Se l'impresa è una start-up, le agevolazioni posso arrivare a 300.000 euro distribuiti in 4 anni.

Il contributo START prevede agevolazioni per le spese di investimento iniziale, nella misura del 65%, o del 75% se le società sono costituite da giovani under 36 o da donne. È altresì previsto un contributo ulteriore di 5.000 euro per i servizi di tutoraggio nella fase di investimento.

La domanda di ammissione alle agevolazioni può essere presentata telematicamente dal sito web smart & start di Invitalia: fino ad esaurimento fondi.