Una nuova tranche di finanziamenti, nell'ambito della programmazione europea 2007-2013, che volge al termine, a sostegno dell'agricoltura con particolare riferimento alla tutela della biodiversità, al biologico ed alla tutela ambientale.

Succede in Emilia-Romagna dove, fino al 16 dicembre del 2013, sono attivi due bandi con risorse del PSR 2007-2013, il Programma regionale di sviluppo rurale. La dotazione finanziaria complessiva è di 10,8 milioni di euro con il fine di concedere dei contributi a quegli agricoltori che nell'esercizio dell'attività svolgono importanti funzioni di presidio del territorio e dell'ambiente.

I due bandi prevedono, innanzitutto, una priorità per gli interventi finanziabili che è rappresentata dal rinnovo annuale di quelli che sono gli impegni in corso a livello agro-ambientale.

Per il resto, riporta altresì il sito Internet della Regione Emilia-Romagna, i contributi sfruttando i finanziamenti del PSR si possono ottenere per tanti interventi, dalle colture biologiche al ripristino degli spazi naturali e passando per le misure di salvaguardia del paesaggio agrario, e la tutela di quelle razze autoctone che rappresentano un patrimonio per il territorio regionale.

Nell'ambito della programmazione del PSR il 34% delle risorse a disposizione è andato sul territorio a sostegno delle produzioni agricole biologiche. Complessivamente la programmazione europea 2007-2013 in Toscana si chiude con un incremento pari al 15% dei fondi utilizzati rispetto al programmazione Ue precedente.