La regione Piemonte ha emesso un nuovo bando intitolato "Assegno di studio per spese di libri di testo, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti", inerente all'anno scolastico appena trascorso, quello 2012-2013.

Può presentare la domanda uno dei genitori del figlio dello studente, a patto che sia residente in Piemonte, e nel caso il figlio sia orfano o comunque privo dei genitori naturali può presentare la domanda chi esercita la patria potestà sullo studente, sempre a patto che risieda nella regione del Piemonte.

E' bene sottolineare che chi intende presentare domanda deve compilare quest'ultima attraverso l'applicazione online presente sul sito della regione Piemonte, raggiungibile all'indirizzo www.piemontefacile.it. Il termine ultimo è fissato per il prossimo 15 novembre, sebbene erroneamente sia scritta come data quella del 15 ottobre.

I soggetti beneficiari sono gli studenti che hanno frequentato la scuola primaria o secondaria durante l'anno scolastico 2012-2013.

Come sottolinea il bando, le spese ammissibili documentabili dal richiedente sono quelle per i libri di testo obbligatori (queste però non dovranno superare il 50% del costo per i libri usati e, per quelli nuovi, il tetto massimo fissato dal Ministero).

Le altre spese ammissibili sono quelle per il trasporto, le quali però non dovranno in alcun modo superare la spesa dell'abbonamento studenti relativa alla tratta casa scuola.

Tra le spese ammissibili rientrano anche quelle per le attività integrative previste dal Piano dell'Offerta Formativa.

Per tutte le altre info sulle fasce degli importi erogabili dell'assegno di studio vi rimandiamo al bando che potrà essere comodamente letto da casa collegandosi al sito della regione Piemonte, sottolineando come l'importo minimo erogabile per ogni studente sia di 25 euro.