Le cose cominciano a girare nel verso giusto, siamo in buone condizioni economiche e vogliamo estinguere anticipatamente il prestito personale che avevamo chiesto tempo addietro. Fin qui tutto fila, cosa dobbiamo analizzare prima di fare questo passo? Ci conviene estinguerlo?

Le banche o finanziarie, al momento della concessione del prestito personale, dettano delle condizioni contrattuali. Tra queste sicuramente ci sono anche i termini per la cessazione anticipata del finanziamento, si tratta di una clausola rescissoria, detta anche penale di estinzione anticipata.

La banca o finanziaria che ci eroga il prestito personale ci chiede in pratica un interesse che per legge non può essere superiore all'1% del debito che ci resta da pagare. Questo costo viene previsto e interpretato come un "mancato guadagno" da parte dell'ente finanziatore degli interessi che non percepiscono più se estinguiamo il prestito personale.

Come molti sanno ed avranno notato, le rate di un prestito personale sono suddivise in una parte che è il debito residuo e da una parte che composta dagli interessi su quest'ultimo, i fattori quindi che determinano se conviene oppure no estinguere anticipatamente il finanziamento richiesto in precedenza vertono sul bilancio che sussiste tra questi due fattori.

Spesso le banche o finanziarie che ci hanno concesso il prestito personale prevedono e danno la possibilità al cliente di poter estinguere il prestito senza penale, di solito dopo un lasso di tempo oppure se si sceglie di unificare i prestiti in corso ed accendere un nuovo finanziamento.

Quindi in pratica per estinguere anticipatamente il prestito personale occorre tenere in considerazione la durata residua del finananziamento, gli eventuali costi per la chiusura, la penale di estinzione richiesta.