Ancora attivo il bando per il Rilancio Aziendale delle Piccole Medie Imprese lombarde (le Micro escluse). La misura promuove lo sviluppo dei processi di analisi aziendale, controllo gestione e studio applicativo dei business plan, attraverso l'erogazione di contributi a fondo perduto per il 50% delle spese ammissibili sostenute. Attraverso questi incentivi si vuole aumentare lo sviluppo della competitività delle imprese lombarde favorendo l'uso di strumenti di analisi aziendali specialistici.

Infatti le spese ammissibili al bando sono unicamente quelle derivanti dall'utilizzo di servizi di analisi e gestione dello stato dell'azienda, forniti da professionisti e società qualificate e iscritte nell'apposito elenco, promosso dalla Regione Lombardia e che sarà aggiornato attraverso la pubblicazione sul BURL Bollettino Ufficiale Regionale Lombardo.

Sono ammesse tutte le imprese con sede operativa in Lombardia iscritte al Registro Imprese da almeno 5 anni, salvo l'esclusione di quelle appartenenti ai settori A e H rif. ISTAT 2007. L'ammontare finanziabile è pari a 3 milioni di euro diviso equamente tra:

  • imprese con numero di addetti da 10 a 49 (massimo finanziabile 15.000,00 euro)
  • imprese con numero di addetti da 50 a 249 (massimo finanziabile 30.000,00 euro)

Le domande sono presentabili già da settembre fino al termine ultimo massimo del 31 marzo 2014, esclusivamente secondo procedura telematica predisposta. Il bando è soggetto a chiusura anticipata se le risorse si dovessero esaurire, quindi alle imprese interessate conviene affrettarsi. Per informazioni dettagliate su quanto divulgato in questo articolo si rimanda alla lettura del bando.