Avere accesso ai prestiti senza busta paga è più difficile rispetto a quando il richiedente può documentare una fonte di reddito, serve infatti un immobile da porre sotto ipoteca o avere un garante sul quale l'istituto erogatore del credito potrà rifarsi in caso di insolvenza. In un solo caso è possibile ottenere prestiti per disoccupati senza tutto questo anche se, va detto, parliamo di microcredito fino a 1500 euro e non di cifre importanti, poco ma abbastanza per le spese immediate.

Poste Italiane ha deciso di dare una mano a sostenere le proprie spese con un prestito senza busta paga, e addirittura senza garante, che verrà accreditato direttamente sulla carta Postepay. L'offerta SpecialCash è rivolta a tutti i titolari della carta prepagata dai 18 ai 70 anni e si articola in tre piani di ricarica ben precisi: 750 euro, 1000 euro e 1500 euro.

Dunque anche un disoccupato, un inoccupato o uno studente senza fonte di reddito (e senza immobili da porre sotto ipoteca ed infine anche senza garante) potrà usufruire dell'offerta in questione presentando la richiesta negli uffici postali abilitati. Certo, si tratta anche nella sua forma più larga di un microcredito ma comunque utilissimo per affrontare difficoltà e spese immediate. La pratica si risolve in qualche giorno e l'accredito sarà disponibile direttamente sulla propria carta Postepay senza la necessità di avere associato un conto corrente.

Prestito senza busta paga e senza garante SpecialCash di Poste Italiane

Come detto i piani di ricarica disponibili sono tre e senza spese di istruttoria aggiuntive come l'incasso rata e gestione della pratica. Nel primo caso, qualora dovessimo richiedere un prestito di 750 euro pagheremo 15 rate mensili (a Tan fisso 0.00% per tutte le tipologie di erogazione) per il rimborso con un costo finale di 835,50; l'accredito di 1000 euro verrà invece restituito in 20 rate per un costo totale di 1.138,00 euro, infine se dovessimo ottenere 1500 euro lo rimborseremo in 24 rate per un totale di 1.734,00 euro.

Da segnalare che fino al 31 dicembre c'è una promozione per Taeg leggermente ribassati.

Chi può accedere al prestito senza busta paga e senza garante proposto da Poste Italiane e quali documenti servono per aprire la pratica? Come detto è necessario innanzitutto essere titolari di una carta prepagata Postepay in corso di validità, avere un'età compresa fra 18 e 70 anni, non è necessario avere un conto corrente postale o bancario e bisogna presentare i seguenti documenti allo sportello degli uffici postali abilitati: Carta d'Identità e tessera sanitaria per i cittadini italiani; per gli stranieri invece servono anche documento di reddito, Passaporto e permesso di soggiorno valido.

Come avviene l'erogazione del prestito SpecialCash? Qualora la pratica dovesse andare a buon fine, l'importo richiesto sarà accreditato direttamente sulla Postepay e in unica soluzione mentre per il rimborso del prestito (ricordiamo senza busta paga e senza alcuna garanzia) esistono tre modalità: bollettino postale, addebito su conto corrente Bancoposta o bancario con scadenza 15 o il 30 del mese. Ad ogni modo, il prestito in questione potrà essere estinto anche anticipatamente e comunque senza spese per l'estinzione anticipata.