Tra le varie proposte di prestito senza busta paga c'è anche quella di Poste Italiane che sempre più diventa competitiva tra gli istituti di credito. Poste Italiane anche nel caso dei prestiti senza busta paga riesce a rispondere, e ad anticipare, le esigenze dei propri clienti proponendo le soluzioni adeguate per tutti.

E nel clima di crisi economica che permea l'Italia ben si inserisce la proposta di un prestito senza busta paga per richiedere il quale basta essere titolari di una carta ricaricabile Postepay, usata solitamente per i pagamenti online che non ha spese di canone ma solo di ricarica.

I titolari della Postepay possono quindi accedere al finanziamento Special Cash anche senza essere titolari di un conto corrente, pensato per il lavoratore atipico o per chi non ha un reddito dimostrabile.

Requisiti per il prestito Special Cash

Per richiedere il prestito senza busta paga di Poste italiane, Special Cash non si ha bisogno di garanzie, può essere richiesto sia dai cittadini italiani che da quelli stranieri ed è necessario esibire al momento della richiesta la propria Postepay, sulla quale verrà accreditato il finanziamento, una carta di identità o un documento che dimostri la maggiore età del richiedente, un 'età compresa tra i 18 e 70 anni, per i cittadini stranieri un certificato di reddito, il passaporto e il permesso di soggiorno.

Il finanziamento di Poste Italiane Special Cash prevede l'erogazione di somme comprese tra i 750 e i 1500 euro con un contratto che può variare dai 16 ai 24 mesi. La somma erogata sarà, quindi, accredita sulla Postepay del richiedente e potrà essere restituita comodamente tramite il pagamento di bollettini postali (se si possiede un conto corrente sarà possibile attivare anche il pagamento direttamente su questo).

Interessi e capitale da restituire

I tipi di finanziamento sono 3 e corrispondono a 3 scaglioni di reddito.

Per il primo, equivalente al prestito di 750 euro in 15 mesi, l'importo da restituire è pari a 834, gli interessi totali sono pari a 74 euro.

Per il secondo scaglione di reddito l'importo finanziato è pari a 1000 euro in 20 mesi, si dovranno restituire 1136 euro per un totale di interessi pari a 136 euro.

Il terzo scaglione di reddito prevede un finanziamento di 1500 euro in 24 mesi, si dovranno restituire 1732,50 euro con una somma di interessi totali pari a 235,50 euro.