Stiamo vivendo uno dei momenti più acuti della crisi e sempre più italiani ricorrono ai prestiti personali online: prestiti per senza busta paga, studenti e cattivi pagatori sono sicuramente tra i più cercati, ma oggi facciamo luce sull'offerta di Poste Italiane per i titolari BancoPosta.

Il prestito di Poste Italiane per i titolari BancoPosta è un ha un importo che varia dai 1.500 ai 30.000 euro, si rivolge a chi possiede un reddito e in particolare ai pensionati e ai lavoratori, con una durata variabile dai 12 agli 84 mesi.

La modalità di erogazione di tale prestito avviene comodamente sul vostro conto BancoPosta; dopo l'accredito la rata mensile verrà prelevata anch'essa direttamente dal conto.

Questa offerta di Poste Italiane non prevede spese di istruttoria né tanto meno di incasso rata e gestione pratica; anche le comunicazioni periodiche di trasparenza avvengono a titolo gratuito.

È però possibile attivare un'assicurazione sul vostro prestito BancoPosta al costo del 3,25% dell'importo erogato per una durata fino a 60 mesi, che diventa 4,80% salendo sopra i 60 mesi.

Il prestito di Poste Italiane per i titolari di conto BancoPosta è particolarmente vantaggioso se richiesto entro il 15 ottobre 2013 con accredito dello stipendio o della pensione sul conto: in questo caso Tan e Taeg, su un prestito ad esempio di 8,000 euro spalmati in 60 rate, saranno rispettivamente del 9,95% e 10,54% anziché del 10,95% e 11,70%, con un risparmio sul costo totale del prestito di quasi 250 euro.

Per richiedere il prestito BancoPosta è necessario compilare un modulo allo sportello presentando: documento d'identità, Tessera Sanitaria, Documento di Reddito.

I cittadini stranieri dovranno inoltre presentare copia del permesso di soggiorno valido (se scaduto va bene anche la copia della richiesta di rinnovo).

Infine i titolari di conti BancoPosta online potranno richiedere il prestito direttamente dal proprio computer.