Ottenere prestiti o finanziamenti in un contesto come quello attuale appare estremamente complicato, con banche ed istituti finanziari sempre più restii a concedere credito a privati o imprese; nonostante le vie di accesso al credito bancario paiano attualmente ostruite, comparando fra di loro le offerte presenti sul mercato è comunque possibile rinvenire la soluzione maggiormente adatta alle proprie esigenze.

Le possibilità di vedersi accordare un prestito qualora si possa contare su una busta paga e su un flusso reddituale costante e certo si incrementano notevolmente, ecco che utilizzando il portale di confronto SuperMoney abbiamo individuato le migliori offerte del momento per lavoratori pubblici o statali che siano in cerca di un prestito.

Per effettuare la simulazione abbiamo assunto come utente tipo un individuo di 38 anni, lavoratore pubblico o statale, non protestato, che sia in cerca di un prestito da 10.000 euro (rimborsabile in 30 mesi) ad uso liquidità; come ultimo parametro abbiamo inserito tre differenti residenze geografiche (Milano, Roma e Palermo), constatando però come la collocazione spaziale non influenzi in alcun modo le offerte messe a disposizione dagli istituti di credito.

Le compagnie più convenienti del momento sono risultate Credem, Banca Popolare di Vicenza e Banca Popolare di Sondrio; la prima propone un piano di rimborso articolato in 30 rate mensili da 387 euro l'una, con TAEG al 13,50% e TAN all'11,90%. L'importo totale dovuto dal consumatore risulta pari a 11.735 euro.

La Banca Popolare di Vicenza offre invece il pacchetto "Prestito Facile Medium"; la rata ammonta a 487,4 euro, con TAEG al 14,07%, TAN all'11,99% e importo totale dovuto pari a 11.807 euro. La terza compagnia più conveniente è risultata la Banca Popolare di Sondrio; la rata mensile proposta è pari a 383 euro, con TAEG al 14,94%, TAN all'11,04% e importo totale dovuto pari a 11.915 euro.