Se state pensando di allargare la vostra famiglia adottando un bambino straniero, ma non siete sicuri di farcela con le vostre sole forze, la Banca Popolare di Bari vi viene incontro. Con l'offerta Adobimbo l'istituto di credito pugliese rende possibile finanziare buona parte delle spese quando si vogliono adottare minori che provengono da Paesi del Terzo Mondo.

Il prestito, a tasso agevolato al 5%, arriva a coprire fino al 60% del totale della spesa per un importo massimo di 18 mila euro. Non ha spese di istruttoria ed è restituibile in 12 mesi. L'unico requisito richiesto è che sul conto aperto con la banca venga accreditato lo stipendio o la pensione, anche se, a seconda dell'entità del prestito, potrebbero essere richieste ulteriori garanzie. Inoltre rimane sottinteso che il prestito verrà preso in considerazione solo nel caso in cui si sia già ricevuta l'attestazione di idoneità all'adozione dall'ente autorizzato.

La finalità dell'iniziativa è favorire le adozioni internazionali, sostenendo le famiglie nel periodo iniziale, quello in cui devono sostenere le spese maggiori. Ma l'offerta non finisce qui. Una volta che il bambino o la bambina sono stati adottati, ma il genitore ha ancora bisogno di liquidità, c'è la possibilità di trasformare questo prestito finalizzato in un prestito personale.

In questo caso l'importo massimo erogabile sale a 30 mila euro, sempre senza spese di istruttoria, e la restituzione può avvenire ad un tasso del 6% con una durata massima di 10 anni. In questo caso, oltre al vincolo dell'accredito dello stipendio, è richiesta anche la documentazione relativa alle spese sostenute per l'adozione.