Ottenere prestiti dalle banche in tempi di crisi come quelli che attraversiamo, non è cosa facile. Gli istituti bancari diventano sempre più riottosi alle richieste di soldi da parte di privati e imprenditori. Sembra però che, proprio in questi ultimi tempi, qualcosa stia cambiando perché alcune banche cominciano a offrire interessanti promozioni. Vediamo quali sono le offerte migliori.

Le banche sovente sono accusate di non dare una mano a quanti si trovano in seria difficoltà, al punto che qualcuno ha messo all'indice il nostro sistema bancario, colpevole della crisi di tanti imprenditori che, non reggendo più alle situazioni che la profonda crisi ha incancrenito, hanno dichiarato fallimento.

Ed è proprio alle PMI (Piccole e Medie Imprese) che oggi si rivolge l'offerta di PayPal, che mette a disposizione dei piccoli e medi imprenditori il servizio PayPal Working Capital. Il vantaggio di questa promozione è che l'accesso agi eventuali prestiti può avvenire davvero in tempi brevissimi.

L'offerta si rivolge alle piccole imprese che utilizzano il servizio PayPal. L'importo del prestito è pari all'otto per cento delle entrate annuali dell'impresa ed è gestito da WeBank. In cosa si differenzia questo dagli altri prestiti? Dal fatto, soprattutto, che PayPal Working Capital applica una sola quota fissa di prelievo che si stabilisce inizialmente e, in più, non si paga nessun interesse periodico, né altre tasse. Non ci sono scadenze e, perciò, nemmeno penali per eventuali ritardati pagamenti. Basta solo accettare termini e condizioni del finanziamento, e questo sarà immediatamente erogato al soggetto. I pagamenti si eseguono automaticamente. In che modo? Mentre l'utente, in questo caso l'imprenditore, utilizza PayPal per i suoi incassi, dal 10% fino al 30% rimangono nelle casse dell'erogante. Ovviamente, se non ci dovessero essere incassi per un periodo, PayPal non preleva nulla. E' indubbio che, rispetto ad altri prestiti, proprio per le modalità alternative ai tradizionali finanziamenti, quello di PayPal Working Capital sia di sicuro il più semplice e al contempo anche il più vantaggioso.

Altre banche, invece, hanno puntato la loro attenzione sui prestiti personali offrendo in promozione prodotti finanziari a tassi davvero competitivi, anche a chi malauguratamente si è ritrovato d'amblée senza lavoro. Per loro, istituti come Credem, Banca Popolare di Vicenza, Banca Popolare di Sondrio, Unicredit, hanno pensato a soluzioni davvero interessanti. Fra queste promozioni, CreditExpress Dynamic di Unicredit appare una delle più appetibili. Essa prevede prestiti per diecimila euro da restituire in cinque anni con rate da 227 euro. Il Taeg è del 15,23%, il Tan del 12,90%. Alla fine l'importo da restituire ammonterà a 13.945 euro. La Banca Popolare di Sondrio, sempre per diecimila euro, offre un prestito personale da restituire con rate mensili da 217,6 euro. Il Taeg 14,32% e il Tan dell'11,04%, portano alla restituzione di un importo complessivo di 13.781 euro.

Buono anche il Prestito Facile Medium di Banca Popolare di Vicenza: sempre diecimila euro da restituire in cinque anni con rate da 222,4 euro, Taeg 13,61%, Tan 11,99% e cifra complessiva da restituire di 13.589 euro. Credem, invece, propone il Prestito Personale Avvera: diecimila euro, rate mensili da 221,9 euro, Taeg 13,06% e Tan dell'11,90%, e importo complessivo finale di 13.439 euro.