La Crias dà un po' di respiro alle piccole imprese siciliane. Ha infatti deliberato proprio ieri sera lo stanziamento di oltre 17 milioni di euro per finanziare le imprese artigiane di tutta l'isola, per supplire alla mancanza di credito derivante dalla stretta delle banche.

La Crias, o Cassa Regionale per il Credito alle Imprese Artigiane Siciliane, è un'istituzione nata sotto il controllo dell'Assessorato alle Attività Produttive, con quasi mezzo secolo di vita, la quale sostiene l'impegno delle piccole imprese di tutta la Sicilia e gli concede credito a tassi vantaggiosi, rimborsabili in massimo 36 mesi, per permettergli di rimanere competitive sul territorio. Ieri, nella riunione tenutasi a Palermo, il consiglio di amministrazione ha approvato uno dei più importanti stanziamenti mai effettuati fino a questo momento.

Le imprese artigiane di tutte le Province siciliane potranno accedere ad un fondo di 17,645 milioni di euro messo a disposizione dalla Crias per potersi rimodernare e per rimanere sul mercato, evitando così la chiusura dalla quale non ci guadagnerebbe nessuno. Secondo i calcoli della Cassa Regionale per il Credito alle Imprese Artigiane Siciliane saranno 805 le imprese artigiane che accederanno al fondo, per un'erogazione di un prestito per una media di 22 mila euro ciascuna.

Ma non finisce qui. Nella stessa seduta la Crias ha anche deliberato un fondo per i mutui dedicati alle aziende agricole per un totale di 1 milione e 175mila euro. Per tutte le informazioni dettagliate visitate il sito ufficiale della Crias.