Bnp Paribas ha annunciato lo stanziamento di ulteriori 200 milioni di euro per sostenere il microcredito e le attività sociali nel biennio 2013-2015. La banca internazionale ha deciso di sostenere con queste risorse istituti attivi in Europa nell'ambito dell'economia sociale e solidale: nello specifico, PerMicro in Italia, Flexpack in Belgio ed Ecodair in Francia.

PerMicro è una società italiana specializzata nel microcredito che si pone come obiettivo quello di creare occupazione e inclusione sociale attraverso l'erogazione di prestiti a persone escluse dai tradizionali canali del credito, per insufficiente storia creditizia o mancanza di garanzie (come nei casi, sempre più frequenti, di precaria posizione lavorativa).

In Italia, Bnl è l'unico socio bancario di PerMicro e mette a disposizione prodotti e servizi ad hoc, ospitando inoltre dei PerMicropoint presso le proprie agenzie: sportelli che forniscono informazioni e consulenza a chi desideri accedere ai canali del microcredito.

Per Bnp Paribas, quello annunciato rappresenta un impegno a lungo periodo che si va a sommare ai 156 milioni di euro già dedicati all'imprenditoria sociale e al settore del microcredito fino al mese di giugno 2013.

Al giorno d'oggi "non c'è più distinzione tra il sociale e il commerciale - afferma Francois Villeroy de Galhau, direttore generale di Bnp Paribas - gli obiettivi di redditività dell'Imprenditoria Sociale ci sono familiari e noi sosteniamo questi imprenditori nel raggiungimento dei loro obiettivi. Siamo impegnati a sostenerli nel superare le difficoltà connesse al business''.