Fast Credit di UniCredit: la proposta per assecondare l'aumento di richiesta di prestiti da parte delle imprese. Dopo lungo tempo iniziano ad arrivare i primi piccoli segnali positivi per un risollevamento economico che sembra poter iniziare, anche se i tempi previsti potrebbero essere ancora piuttosto lunghi: a darne notizia è Corriereconomia.

Nel trimestre luglio-settembre infatti,secondo i dati Crif, i finanziamenti richiesti dalle imprese hanno fatto notare un aumento abbastanza significativo rispetto alle rilevazioni dei 6 anni precedenti (+14,9% rispetto al 2009, +30,6% rispetto al 2008 e + 16,1% rispetto allo stesso periodo del 2007).

Aspetto per alcuni motivi ancora più rassicurante è però l'importo medio di questi prestiti; infatti nei primi 9 mesi dell'anno corrente in media la cifra richiesta come credito è pari a 10.364 euro, ben più alta rispetto ai 57.153 euro dello scorso anno.

L'aumento della richiesta di prestiti è un dato molto significativo in quanto l'andamento di queste richieste indica la propensione di una impresa ad essere competitiva sul mercato ed allo stesso tempo la sua fiducia nei confronti del futuro.

Questo segnale di crescita è stato captato anche dalle banche come ad esempio UniCredit che ha sfruttato l'occasione per mettere a punto la nuova offerta Fast Credit sui finanziamenti per piccole e medie imprese.

Fast credit offre prestiti fino a 250 mila euro alle imprese piccole o medie diminuendo notevolmente la mole di documentazione necessaria ( fatta esclusione per le attività ad elevato rischio) e semplificando il processo di erogazione.