Se avete bisogno di un prestito e già possedete un conto Bancoposta, allora non vi resta che calcolare le rate e ripassare i vostri successi in matematica. E qui sono dolori, perché molto spesso gli italiani ripongono fiducia nel gruppo Poste Italiane e scarseggiano nei calcoli, così potrebbero incappare in qualche errore se la scelta del prestito personale non è adeguata. In questi movimenti bisogna agire con cautela e soprattutto informarsi bene. E rispolverare il pallottoliere di casa e munirvi di pazienza.

Cos'è il prestito personale Bancoposta e chi può richiederlo? Il prestito Bancoposta è il fiore all'occhiello del gruppo italiano Poste Italiane, si può richiedere anche online, e mostra interessanti agevolazioni per gli italiani. L'addebito del costo delle rate andrà direttamente sul vostro conto corrente. I prestiti sono stipulati con la collaborazione della Deutsche Bank. Possono richiederlo tutti gli italiani lavoratori dipendenti, atipici, artigiani, commercianti, liberi professionisti o pensionati che possiedono un conto Bancoposta con il gruppo di Poste Italiane. Si possono chiedere prestiti fino a 30.000 euro rimborsabili in 7 anni, senza dare alcuna giustificazione della scelta del vostro prestito personale, con tassi Taeg e Isc davvero convenienti. Inoltre le spese di istruttoria sono gratuite, così come le commissioni di incasso delle rate mensili, le spese delle comunicazioni e di conteggio del prestito rimanente.

LEGGI ANCHE: La differenza tra TAN e TAEG: cose da sapere per valutare un prestito

Come si calcola l'ammontare della rata del prestito BancoPosta? E qui veniamo al nocciolo duro, ma niente paura: calcolare la rata del prestito è molto semplice. Carta alla mano, vi dovete premunire di tre cosucce: l'importo richiesto, il tasso d'interesse, il numero dei mesi "di vita" dei vostri prestiti cioè le rate. Calcolare la rata del prestito Bancoposta, per chi possiede già un conto corrente con il gruppo di Poste Italiane, risulta semplicissimo con un colpo di calcolatrice e un poco di pazienza. Basta calcolare i dati secondo una semplice formula:

Calcolo rata prestito Bancoposta: Prestito richiesto + (prestito richiesto/100 * percentuale tasso d'interesse) diviso per il numero di rate. Facciamo un esempio concreto. Le formulette sono molto utili, sì, ma con un bell'esempio le idee saranno molto più chiare. Vogliamo calcolare l'ammontare della rata di un prestito Bancoposta? Facciamo un esempio semplice, da scuola elementare. Il signor Giorgio ha un conto corrente con Poste Italiane, quindi decide di accendere un prestito personale con il suo conto Bancoposta.

Il signor Giorgio ha bisogno di un prestito di 10.000 euro; lo vuole terminare in quattro anni, quindi in 48 rate; i consulenti di conto Bancoposta gli comunicano un tasso d'interesse del 3.5%. Quindi Giorgio tornerà a casa e scriverà questa formula: 8000+(8000/100)*3.5% diviso per 48. Cioè 172 euro.

Prestito PostePay Evolution

Ci fa piacere sottolineare uno dei servizi può interessanti di Poste Italiane in materia di prestiti, stiamo parlando di PostePay Evolution. Coloro che possiedono una carta prepagata PostePay Evolution possono infatti accedere al Prestito Special Cash, non solo, questo tipo di carta prepagata agisce proprio come da vero e proprio conto corrente con un suo IBAN e quant'altro.

Prestito Bancoposta Click

Un'altra informazione che ci preme dare è che non sono più disponibili i prestiti Bancoposta Click dal 1° gennaio 2016, l'opzione CotoBancoPosta Click non è più infatti sottoscrivibile come dice il sito omonimo ufficiale.