Era impensabile fino a qualche tempo fa che si potessero erogare finanziamenti a chi non aveva nessuna garanzia da offrire, come le donne che lavorano in casa senza remunerazione alcuna. Oggi, invece, a loro sono dedicati finanziamenti che prendono il nome proprio di prestiti casalinghe. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e chi li eroga.

E' innegabile che il ruolo delle casalinghe sia uno dei più importanti del nostro tessuto sociale. Curare la casa, educare i figli, occuparsi dell'economia domestica e, spesso, badare anche a genitori anziani, sono tutti compiti ardui che meriterebbero, ciascuno, la dovuta ricompensa. Eppure non è così: la casalinga non percepisce stipendio alcuno, nonostante siano mille i mestieri che porta a termine in una giornata lunga ventiquattro ore.

DA LEGGERE: Prestito senza garanzie: come fare per ottenere un prestito senza garante

Però, anche se ancora non è stato raggiunto il traguardo del riconoscimento di un salario per la casalinga, un passo avanti è stato fatto lo stesso, considerato che adesso anche le donne che lavorano in casa possono accedere a finanziamenti personali: i prestiti casalinghe. Si tratta di prestiti atipici, ovviamente, perché la caratteristica principale di questa forma di prestito è la completa assenza di una certificazione di reddito, condicio sine qua non per ottenere qualsiasi tipo di prestito.

Nella maggioranza dei casi questi prestiti sono richiesti per far fronte a piccole spese di gestione e manutenzione della casa. C'è da dire anche che possono usufruire di prestiti per casalinghe donne che oltre a occuparsi della casa, fanno qualche lavoretto esterno, magari part-time. In questi casi, gli istituti di credito sono più propensi a erogare prestiti personali più comodi. Nel caso non ci sia reddito alcuno, invece, la cifra che si andrà a erogare alla casalinga si aggirerà intorno ai duemila euro e, quasi sempre, sarà necessario l'avallo di una persona che abbia regolare stipendio (o comunque di un reddito certificato) per garantire il rimborso regolare delle rate. Di solito, in questi tipi di prestiti personali, per utilizzare il capitale erogato si preferisce ricorrere al pagamento con carta di credito revolving.

Chi offre i prestiti per casalinghe? Al momento li eroga, ad esempio, Findomestic che alla voce "prestiti personali" include anche i finanziamenti per mobili e arredamento. Basta visitare il sito ufficiale per avere informazioni su caratteristiche e condizioni. E poi c'è il prestito personale Elastys, che per permettere trovare il prestito personale più adatto a ogni esigenza, mette a disposizione intuitive schede online e persino un consulente finanziario.

Ovviamente, proprio perché i prestiti casalinghe sono una forma atipica di finanziamenti rischiosi per banche e finanziarie, è bene prestare molta attenzione ai costi dell'operazione, sia in termini di Tan e Taeg che di assicurazioni accessorie.