I prestiti Caritas per famiglie, che l'Ente di carità della Chiesa cattolica ha predisposto per soccorrere nuclei familiari in difficoltà, per ora solo in territorio molisano, saranno inquadrati nei canali del microcredito sociale e del microcredito di impresa, strumenti finanziari già operativi in molti istituti di bancari.

Grazie all'impegno della Caritas e di molti esponenti religiosi del Molise, il prestito Caritas per famiglie è diventato una realtà fruibile direttamente presso alcuni Istituti di credito convenzionati, sparsi su tutto il territorio della Regione.

Il prestito della speranza, come la Conferenza episcopale italiana e l'associazione bancaria italiana lo hanno denominato, permetterà l'accesso al credito di un fondo straordinario costituito a tal fine dagli enti che propongono lo strumento economico, a tassi di interesse Taeg e Tan di gran lunga più convenienti di quelli adottati dalle principali banche italiane per le famiglie.

Il prestito Caritas per famiglie richiederà un'istruttoria della pratica presentata dal richiedente, per valutarne la fattibilità tecnica, di soli 30-45 giorni e la valutazione sarà a cura dell'Ufficio diocesano preposto, in collaborazione con i consulenti finanziari della banca che è coinvolta nella richiesta specifica.

Per chi volesse maggiori informazioni sul prestito Caritas per famiglie, è attivo un centro di ascolto della Caritas diocesiana in Via del Porto a Termoli, per i richiedenti l'accesso al credito del Molise, mentre numerosi altri punti di contatto verranno aperti a breve in altri luoghi di Italia.

Con il prestito Caritas per famiglie, attivato come progetto pilota nel Molise allo scopo di estenderne presto l'efficacia in tutta Italia, l'Ente religioso intende fornire una concreta speranza ai nuclei familiari in difficoltà a causa della crisi economica, che purtroppo persiste da tempo nel nostro Paese e non accenna ad allentare la morsa ormai dal lontano 2007, dopo numerosi interventi del Governo.