Si chiama Working Capital ed è firmato PayPal. È la nuova formula di erogazione prestiti del noto sistema elettronico per mantenere la privacy dei nostri conti correnti, e sembra promettere molto bene. PayPal, si sa, è molto usato per le transazioni online e non permette di divulgare il codice Iban per ricevere o effettuare versamenti. Fin qui, il meccanismo è conosciuto. Oggi invece, PayPal decide di sperimentare la strada dei prestiti seguendo la stessa logica dei prestiti online.

La formula Working Capital, che cos'è?

Si tratta di una linea di credito fatta apposta da Paypal per finanziare le piccole e medie imprese. Il finanziamento è dell' 8% del fatturato annuo della pmi di riferimento. Questa nuova linea nasce dalla constatazione dell'analista Ann Marie Wierch. Le piccole e medie imprese, a causa della crisi, soffrono e hanno bisogno di una liquidità da un istituto di credito o un ente di fiducia. Considerando che Paypal vanta un grande feedback sul piano fiduciario, quindi, potrà erogare prestiti per le imprese che lo necessitano. Anzi, con un conto PayPal sarebbe tutto più facile.

Come funziona il working Capital?

L'accordo sul prestito consiste nello stabilire all'inizio l'ammontare della liquidità, che si potrà restituire grazie ai rendimenti che l'impresa avrà accumulato sul proprio conto PayPal. Ma non ci sono né penali, né interessi, o altre spese. Inoltre è la stessa impresa che decide quanto devolvere per risanare il debito stipulato, questa cifra non dovrà comunque superare il 30% del totale. Quindi il sistema è molto semplice: stipulato il prestito, il conto corrente PayPal dell'azienda viene collegato a questo e il gioco è fatto.

A chi è rivolta la linea di credito di PayPal?

Per tutti i commercianti anglosassoni già inseriti nel circuito PayPal, ovvero per 90.000 commercianti. Gli importi massimi non superano i 20.000 dollari.

Come funziona il prestito con PayPal che non è una banca?

Sul sito di PayPal si trovano tutte le informazioni al riguardo. Questo sistema è in esclusiva per chi rientra nel Business PayPal. Accanto ad una quota fissa, che viene stipulata prima di firmare, senza interessi di mora, spese di penalità o altre tariffe. In pratica il rimborso del prestito PayPal sarebbe una parte delle vendite dell'impresa. In mancanza di vendite, PayPal non esigerà nulla in cambio. Quando il saldo verrà saldato completamente, si potrà richiedere un altro prestito.

Qual è quindi il vantaggio di PayPal?

A differenza di una banca, PayPal entra nel sistema finanziario dell'impresa. Nel momento in cui si verifica un ricavo dalle vendite PayPal avrà accesso ai sistemi informatici e detrarrà la cifra pattuita. Ma dobbiamo considerare che il prestito fornito non è molto elevato, si tratta di piccole somme di denaro che consentono alle aziende in crisi di respirare.