Prestito sulla pensione per chi ha 62 anni e si trova senza lavoro e non gode degli ammortizzatori sociali, le prestazioni a sostegno del reddito erogate dallo Stato. E' questa l'ultima novità per il sistema previdenziale introdotta dalla legge di stabilità 2014 del Governo guidato dal Premier Letta. In cosa consiste? Chi può fruirne? A quali condizioni? Rispondiamo a tutte queste domande, considerando che la legge Finanziaria è stata appena adottata dal Consiglio dei ministri.

Prestito pensione nella legge di stabilità

Mini prestito per chi si trova senza un lavoro, quindi è disoccupato e non può, per vari motivi godere degli ammortizzatori sociali, come cassa integrazione, sussidio di disoccupazione, assegni familiari, ecc. per questi soggetti, a particolari condizioni che vedremo fra poco, è possibile l'accesso alla pensione anticipata o meglio l'accesso a mini prestiti sulla pensione.

Mini prestito pensione per disoccupati: tutto le informazioni

Il mini prestito sulla pensione in tal caso è concesso a chi ha 62 anni e quindi mancano quei due o tre anni per l'accesso al trattamento previdenziale secondo le regole imposte dal decreto salva Italia, la riforma Fornero Monti. In tal caso si potrà accedere ad un mini prestito sulla pensione che toccherà poi restituire, al raggiungimento di tutti i requisiti anagrafici e contributivi previsti dalla riforma pensioni del 2011. Per ora si attende la pubblicazione della legge di stabilità 2014, approvata nella serata di ieri dal Consiglio dei Ministri, per conoscere l'esatta portata del prestito in questione.