E' stato pubblicato il bando Programma Obiettivo 2013 per favorire la crescita e il rilancio dell'imprenditoria rosa. Sono previsti prestiti a fondo perduto per le aziende che decideranno di formare donne under 35 o di assumere le disoccupate over 35.

L'ultimo giorno utile per presentare le domande per partecipare al bando, che prevede finanziamenti dell'importo minimo di 60mila euro, è il 30 novembre 2013. Le indicazioni per presentare le domande e le modalità di erogazione dei contributi sono contenute nel Decreto interministeriale 15 marzo 2001 - "Disciplina delle modalità di presentazione, valutazione e finanziamento dei progetti di azione positiva per la parità uomo-donna nel lavoro di cui alla legge 10 aprile 1991, n. 125″.

Il Programma Obiettivo 2013, elaborato come ogni anno dal Comitato Nazionale di Parità, è dedicato all'imprenditoria rosa e comprende diverse tipologie di progetti atti a favorire l'ingresso nel mondo del lavoro delle donne. Rimuovere gli ostacoli che impediscono ancora oggi la realizzazione delle pari opportunità, è una finalità che il Governo italiano, finalmente, intende perseguire con la dovuta determinazione. Ancora oggi per le donne entrare nel mondo del lavoro è una corsa agli ostacoli. Per non parlare della carriera che spesso si ferma al primo gradino, tanto è vero che sono ancora tanti i campi in cui le donne, a livello dirigenziale sono sotto-rappresentate.

Imprenditoria rosa, quali sono finanziamenti previsti

Il Programma Obiettivo 2013 prevede prestiti agevolati finalizzati a promuovere:

Per le donne under 35

  • Occupazione e formazione: posso presentare progetti le aziende che vogliono assumere e formare le giovani donne servendosi, nel caso, anche dell'esperienza di una lavoratrice o lavoratore senior.
Per le donne over 35
  • Reinserimento lavorativo: possono presentare progetti le società che intendono inserire in azienda donne disoccupate, inoccupate oppure che usufruiscono di prestazioni di sostegno al reddito.

Sono finanziabili, in entrambi i casi, i costi di formazione e di affiancamento di una o più risorse senior interne all'azienda. Le assunzioni devono essere formalizzate al momento del percorso formativo e comunicata alla segreteria del comitato.

Per l'imprenditoria in rosa attiva da almeno due anni

Il Programma Obiettivo 2013 per l'imprenditoria rosa (imprese femminili a titolarità e/o prevalenza femminile nella compagine societaria) attiva da almeno due anni prevede il consolidamento attraverso:

  • studi di fattibilità per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi anche in settori emergenti;
  • iniziative tra più imprese femminili per la promozione di prodotti e/o servizi;
  • formazione manageriale e specialistica per il rafforzamento dell'impresa o di alcune aree dell'azienda.

La durata massima dei progetti non potrà essere superiore a ventiquattro mesi e ogni singolo progetto deve essere inerente a un solo punto previsto dal Programma Obiettivo. Una volta vagliati i progetti, sarà stilata una graduatoria nella quale sarà data priorità alle aziende che in passato non hanno mai usufruito di finanziamenti a fondo perduto.

Per ogni altra informazione, si rimanda alla pagina dedicata del Comitato nazionale di parità del sito web del Ministero del Lavoro.