Risorse per 1 milione di euro, attraverso il sistema dei Confidi, ai fini della concessione alle Pmi di finanziamenti a tasso zero unitamente alla copertura, attraverso l'erogazione di contributi a fondo perduto, del 50% del costo sostenuto per la garanzia.

Questo è quanto prevede un intervento della Camera di Commercio di Milano con il Bando Agevolacredito 2013, una misura che, in accordo con quanto riferisce l'Ente camerale attraverso il proprio sito Internet, è principalmente orientata al sostegno delle start up innovative e di quelle che sono comunque legate ad incubatori.

Quella relativa al Bando Agevolacredito 2013 è solo una delle misure della Camera di Commercio di Milano per il sostegno all'accesso ai prestiti da parte del sistema della piccola e media impresa. Questo perché a Milano c'è un'impresa su cinque che avrebbe bisogno di un prestito in accordo con un Rapporto che l'Ente camerale ha realizzato attraverso Ipos.

Nel dettaglio, a Milano il 13% delle imprese interessate ad un prestito lo ha chiesto negli ultimi tre mesi, ma solo l'8% poi è riuscito ad ottenerlo dal sistema bancario in maniera integrale, ovverosia per un importo pari a quello richiesto. Secondo quanto dichiarato dal segretario generale della Camera di commercio di Milano, Pier Andrea Chevallard, è sempre più necessario che le imprese che devono accedere al credito possano far leva su strumenti che siano veloci ed efficaci per investire nello sviluppo specie in una fase difficile come quella attuale.