Tra i finanziamenti negati, e le iscrizioni nelle centrali rischi, in Italia l'accesso al credito è sempre più difficoltoso. Non ottenere credito dalle banche non significa solo rinunciare a dei progetti di spesa visto che sempre più spesso purtroppo in questi casi si rischia di cadere nelle mani degli usurai.

Trattasi di casi che, sempre più diffusi, individuano oramai una vera e propria emergenza sociale. Ed allora l'Associazione Codici e la Confassociazioni hanno unito le forze nell'annunciare la nascita di un network di aiuto rappresentato da una rete nazionale di sportelli contro l'usura e contro l'indebitamento.

Trattasi di una rete di aiuto aperta a coloro che sono in difficoltà, dalle famiglie alle imprese e passando per i professionisti affinché possano essere fornite tutte le informazioni, le indicazioni e le possibili soluzioni in materia di fallimenti, protesti, esecuzioni immobiliari. Ed ancora, come sopra accennato, assistenza su prestiti negati, iscrizione centrale rischi, sovraindebitamento e su ogni altro problema legato all'accesso al credito.

In accordo con quanto reso noto dal sito Internet della Confassociazioni, il Protocollo d'intesa siglato con Codici sarà illustrato nel corso di una conferenza stampa in programma nel prossimo mese di novembre del 2013. La conferenza sarà anche l'occasione per fornire quelli che sono i dati sulla crisi economica ed in particolare sull'impatto che questa ha avuto sulle famiglie, sui professionisti e sulle piccole e medie imprese.