L'estinzione anticipata di un prestito non sempre conviene e dipende in parte dalle condizioni in cui è stato concesso il prestito in questione e a che punto dell'ammortamento ci si trova.

L'interesse delle banche e delle finanziarie è che il prestito venga estinto pagando fino all'ultima rata per guadagnare tutto il guadagnabile dagli interessi applicati. Proprio per questo motivo sulla quasi totalità dei prestiti erogati viene applicato il cosiddetto "ammortamento alla francese" che prevede la maggior parte del carico degli interessi all'inizio del pagamento. Infatti proprio nel primo periodo le possibilità che il finanziamento venga estinto sono molto rare, mentre gli interessi diventano irrisori man mano che ci si avvicina alla fine del rimborso. Questo metodo serve in parte a scoraggiare coloro che contraggono un prestito dall'estinzione anticipata, ma serve anche agli istituti di credito a guadagnare sempre il massimo da ogni prestito che erogano.

Quindi a conti fatti, anche se l'estinzione anticipata conviene sempre, perché comunque sono applicati interessi sul capitale residuo fino all'ultima rata, forse prima di estinguere un prestito vale la pena farsi un po' di conti.

Se si ha intenzione di estinguere un prestito il consiglio che si può dare è quello di estinguerlo il prima possibile per pagare all'istituto di credito meno interessi. Paragoniamo gli interessi che si pagano al costo del denaro: estinguere un prestito alla fine del suo piano di ammortamento è come rinunciare a tenere una casa che si è presa in affitto e già pagata: alla fine del piano di ammortamento il costo di quel denaro è stato quasi pagato per intero, quindi l'estinzione intervenuta nella fase finale del piano di ammortamento appare pressoché inutile.