I creditori in difficoltà economiche nel rimborsare un finanziamento, per risolvere i problemi di insolvenza e di liquidità sempre più spesso si rivolgono agli Istituti di credito per richiedere il rifinanziamento del prestito.

Questa particolare forma di credito permette di inglobare ogni finanziamento in corso in un'unica rata a un importo prefissato da rimborsare mensilmente secondo gli accordi contrattuali. Questa pratica viene spesso definita consolidamento debiti.

Tale procedura finanziaria allungherà i tempi del rimborso del prestito con un cambiamento degli interessi applicati, inoltre molte società finanziarie per venire incontro ai clienti in difficoltà economiche, possono erogare crediti aggiuntivi paralleli al rifinanziamento ed estinguibili presso la stessa società finanziaria.

Dunque questa linea di credito è adatta a tutti coloro che non riescono a pagare la rata mensile del finanziamento in corso e hanno ulteriore necessità di liquidità; per i lavoratori dipendenti il rimborso si effettuerà attraverso la trattenuta in busta paga, ossia con la cessione del quinto o con il pagamento di cambiali mensili presso l'Istituto di credito prescelto.

Mentre per i lavoratori autonomi, o nel caso di somme elevate di prestito, la società finanziaria potrebbe richiedere la firma aggiuntiva di un garante, come tutela dall'insolvenza nel caso di mancati pagamenti delle rate previste del finanziamento erogato.