Le imprese italiane sono senza liquidità e strette nella morsa della forte pressione fiscale; per contrastare e dare slancio alla grave e prolungata stagnazione economica è entrata in azione anche UniCredit e la CNA, associazione di categoria, per offrire finanziamenti a tassi agevolati per sostenere le star up nel settore moda.

L'Istituto di credito e l'associazione di categoria della Regione Lombardia tempo fa hanno realizzato un finanziamento attraverso il bando "Star up Moda Individuazione e valorizzazione di talenti giovanili e/o femminili", "per le star up nel settore della moda, per favorire la nascita d'imprese giovani e rosa, guidate da donne under 35, impegnate nella produzione di abbigliamento, pellicceria, pelletteria".

Il bando è stato promosso dalla Regione Lombardia nel 2012, con lo stanziamento di 700.000 euro complessivi a fondo perduto, 40.000 euro per ciascuna azienda, spendibili presso fornitori di servizi accreditati, e soltanto all'inizio del 2013 sono state ammesse 17 start up al finanziamento, per un ammontare di 566.870 euro.

A seguire si è creata una sinergia tra l'ente pubblico, l'istituto di credito e l'associazione di categoria, infatti, per sostenere le star up del settore moda sono entrate in azione anche UniCredit e CNA offrendo alle start up vincitrici del bando regionale una linea di credito che gli consente di anticipare le spese con finanziamenti a tassi agevolati.

Questo progetto pilota potrebbe essere replicato in altri settori produttivi, con lo scopo di favorire l'impresa e rilanciare l'economica interna del paese.