L'idea di chiedere un prestito senza garanzie ad una banca può suonare bizzarra. Quando una banca deve decidere se concedere un prestito, infatti, come prima cosa prende in esame le garanzie che il richiedente può offrire.

Solitamente per ottenere un prestito serve la busta paga del richiedente oppure un garante, cioè qualcuno (ad esempio un familiare) che possa servire da garanzia all'istituto di credito in caso di mancato pagamento di una rata.

Ad ogni modo, oggi ottenere un prestito senza garanzie non è impossibile, anzi. Vediamo alcuni metodi efficaci per riuscire ad avere un prestito senza garante e senza busta paga.

  1. Il prestito d'onore
  2. Il prestito fiduciario
  3. Il finanziamento finalizzato
  4. Il prestito cambializzato

Prestiti senza garanzie: il prestito d'onore

Il prestito d'onore è un finanziamento stanziato dalle Istituzioni Pubbliche e dall'Unione Europea pensato specificamente per i giovani che vogliono creare piccole imprese. Il prestito d'onore è un vero e proprio prestito senza garanzie: si tratta di un finanziamento con condizioni molto interessanti. Il 60% del totale erogato nel prestito, infatti, è a fondo perduto, mentre il rimanente 40% dovrà essere restituito, ma con tassi molto vantaggiosi.

Prestiti senza garanzie: il prestito fiduciario

Il prestito fiduciario è una forma di prestito senza garanzie destinato soprattutto alla formazione universitaria. I destinatari sono tipicamente quegli studenti che desiderano svolgere un dottorato di ricerca nell'Università Italiana o un master all'estero dopo l'università.

LEGGI ANCHE: Prestiti per giovani senza contratto indeterminato, come funzionano

Il prestito fiduciario può essere ottenuto solo dagli studenti che non abbiano già conseguito una borsa di studio e che rientrino in determinati canoni di reddito familiare. L'obiettivo è quello di aiutare solamente gli studenti che davvero necessitano di questa agevolazione. Il prestito fiduciario è quindi sì un prestito senza garanzie, ma che richiede comunque determinati requisiti.

Prestiti senza garanzie: il finanziamento finalizzato

I finanziamenti finalizzati sono quei prestiti senza garanzie che sorreggono le vendite nelle grandi catene distributive. Un tipico esempio è l'acquisto di un elettrodomestico tramite un finanziamento: in questo caso la liquidità necessaria non viene erogata dalla finanziaria sul nostro conto, ma direttamente su quello del distributore.

Questa forma di prestito senza garanzie rappresenta una sorta di mitigazione del rischio per le banche e le finanziarie che erogano il capitale, grazie all'elevato numero di prestiti di basso importo richiesti da un grande numero di persone.

Prestiti senza garanzie: il prestito cambializzato

Il prestito cambializzato è uno dei prestiti più erogati e più utilizzati. Questo finanziamento, però, non è un vero e proprio prestito senza garanzie, poiché le garanzie sono rappresentate dalle cambiali stesse. In pratica il richiedente si impegna a restituire la somma erogata tramite una serie di cambiali (i famosi "pagherò").

Ottenere un prestito senza garanzie da una banca è quindi possibile, a patto di utilizzare modalità alternative come quelle elencate in questo articolo.