Prestiti a condizioni molto favorevoli per gli studenti che intendono iscriversi all'Università degli Studi di Siena. E' questo il contenuto di un accordo stipulato tra l'ente scolastico della città toscana e Microcredito di Solidarietà, società del gruppo Monte dei Paschi di Siena che si prefigge lo scopo di agevolare l'adesione ai corsi dei giovani appartenenti alle famiglie meno abbienti e che si troverebbero in difficoltà nel sostenere le spese relative al pagamento delle tasse universitarie.

L'intesa prevede l'assegnazione di prestiti solamente per il pagamento per un anno delle tasse universitarie e può essere erogato per un importo massimo di 3.000 euro per ciascuna concessione. L'importo potrà poi essere restituito nell'arco di un anno con rate mensili, prive di spese di istruttoria, applicando un tasso fisso del 2% per ottenere una cifra comprendente capitale e interessi. Condizioni molto favorevoli dunque che consentiranno agli studenti di spalmare sull'intero anno solare la cifra che avrebbero dovuto versare prima dell'inizio dei corsi.

Molto semplici anche gli aspetti burocratici definiti dal protocollo d'intesa che prevede a carico dei richiedenti solamente la presentazione del bollettino relativo alle tasse universitarie a Microcredito che si farà direttamente carico del pagamento. Ma le agevolazioni non finiscono qui perché chi usufruirà del prestito avrà anche l'opportunità di richiedere l'apertura di un conto corrente bancario presso il Monte dei Paschi di Siena a condizioni decisamente vantaggiose.

Gli studenti che accederanno al prestito dovranno avere l'ISEE, l'indicatore della situazione economica, non superiore a quello che garantisce la concessione di un alloggio da parte dell'Azienda al Diritto allo Studio e dovranno impegnarsi a rispettare un codice etico che verrà sottoscritto insieme alla presentazione della domanda.

Molto soddisfatti dell'iniziativa sia Mario Marzucchi, presidente di Microcredito, sia Angelo Riccaboni, rettore dell'Università di Siena. Marzucchi in una nota ha ricordato come tra gli scopi della sua azienda ci sia proprio quello del sostegno allo studio mentre Riccaboni ha messo in evidenza come l'accordo vada ad aggiungersi ad altre novità ideate con lo scopo di andare incontro alle esigenze degli studenti, in modo particolare a quelli che frequentano l'ateneo toscano pur arrivando da località lontane da Siena.