I prestiti personali, come tutti sanno, sono finanziamenti che vengono concessi a soggetti privati che ne fanno richiesta per molteplici finalità. Il prestito personale può essere infatti richiesto per la ristrutturazione di un immobile, per l'acquisto dell'arredamento, per l'acquisto di automobili, moto, barche, camper, per finanziare un viaggio, per coprire le spese mediche o quelle sostenute per la formazione. Oppure è possibile richiedere un prestito personale per estinguere un certo numero di altri debiti e riunirli, pertanto, in un unico finanziamento.

I prestiti personali vengono erogati da istituti finanziari specializzati e banche. Per poter stabilire quali sono, al momento, i prestiti personali maggiormente convenienti, occorre tenere in considerazione tutta una serie di variabili che vengono semplicemente sintetizzate nel TAEG, il tasso annuo effettivo globale. Fa parte del TAEG l'applicazione di interessi fissi o variabili alla somma erogata, gli eventuali costi e gli oneri aggiuntivi, come le spese di istruttoria e quelle per l'incasso della rata.

Se si prende in considerazione l'erogazione di un prestito personale del valore di 10.000 euro, da restituire in 6 anni, a un lavoratore impiegato nel settore privato con contratto a tempo indeterminato, dell'età di quarant'anni e che vive a Milano, attualmente il primato per il TAEG più basso, riguardante in particolare i prestiti per le ristrutturazioni, è detenuto da Findomestic del gruppo BNP Paribas, con un TAN del 8,80%, una rata pari a 179,40 euro e un TAEG di 9,18%.

Per la stessa tipologia, a seguire troviamo Consel SpA del gruppo Banca Sella, con i prestiti per le ristrutturazioni con TAN 8,90%, rata di 179,80 euro e TAEG 9,28%.

Decisamente meno convenienti, infine, i tassi applicati da CREDEM Banca, con TAN 11,90%, rata di 195,00 euro e TAEG 12,99%.