I prestiti personali e la loro erogazione sono una delle note dolenti della crisi economica che ha pervaso l'Italia in questi anni. Recentemente, sebbene le richieste siano aumentate, sempre di più sono le banche che non dispongono prestiti nei confronti dei cittadini bisognosi. Comprensibile è quindi la difficoltà nel trovare un prestito che calzi a pennello con i propri bisogni. Si evidenzia quindi di seguito le nuove proposte di Poste Italiane.

Il prestito personale "BancoPosta" è richiedibile anche comodamente da casa. Tuttavia fra i requisiti necessari vi è quello di possedere un conto corrente proprio presso le Poste Italiane. Se si è correntisti, si può ottenere un comodo finanziamento che parte da 1.500 euro per arrivare fino a 30.000 euro rimborsabile in un periodo che spazia da un anno a 84 mesi. Tuttavia per usufruire dell'offerta di finanziamento sono presenti delle spese aggiuntive quali lo 0,25% dell'importo preso in prestito come imposta sostitutiva e quelle dell'imposta da bollo per quelli la cui durata arrivi a 18 mesi.

Il prestito personale può essere erogato anche con una comoda e utile polizza assicurativa per cui le spese ammonteranno al 2% dell'importo finanziato se restituito in 60 mesi o 3,65% nel caso di una durata maggiore. Per chi non volesse usufruire di "BancoPosta", Poste Italiane propongono il prestito tradizionale. Quest'ultimo può arrivare anche a un importo di 20.000 euro. Il cliente può comodamente scegliere in quante rate rimborsare l'importo e le condizioni sono variabili a seconda dell'ammontare del finanziamento.

I prestiti personali, quindi, sebbene siano un arduo campo in cui orientarsi, grazie a queste convenienti offerte possono finalmente aiutare i clienti a venir incontro alle proprie necessità e ai propri bisogni.